Soc. Agr. Vigne Bentesali

  • Sitoweb: Soc. Agr. Vigne Bentesali
  • Sede Amministrativa
    Via Rinascita, 16/A 9017 Sant'Antìoco (Cagliari) Italia
  • Descrizione

    La Soc. Agr. Vigne Bentesali, costituita nel 2014, è gestita dai 4 soci fondatori - Basciu Antonello, Basciu Giulio, Garau Sandro e Mario Selis - ed ha la propria attività a Sant’Antioco, la quarta isola italiana per estensione, a sud-ovest della Sardegna. Recenti testimonianze confermano che una delle prime città del Mediterraneo e d’Italia sia proprio l’antica Sulky (l’attuale Sant’Antioco), che commerciava con l’Oriente molto prima che Roma venisse edificata. Il territorio è prevalentemente pianeggiante con colline che non superano i 300 mt di altezza, è fortemente battuta dai venti di maestrale e di scirocco ed è collegata alla terra ferma attraverso un istmo di epoca romana. Probabilmente furono i Fenici a portare il Carignano in questa terra vocata alla viticoltura o forse gli Spagnoli dominatori per molti secoli, tanto che in dialetto locale si chiama uva di Spagna. Come soci, si lavorano le vigne per passione, una passione ereditata dai padri sin da piccoli. Le vigne di piccole estensioni (1.000/2.000 mq) sono di proprietà di famiglia e hanno un’età che varia dai 20 ai 100 anni. Attualmente gestiamo circa 4 ettari, di cui 2,5 di superficie vitata, e nel corso del 2020 verrà impiantata una nuova vigna di 1,5 ha. I vigneti sono coltivati a piede franco ed allevati ad alberello latino ed alberello guidato, con una produzione di 40/60 quintali ad ettaro. Il nostro vino è un prodotto di nicchia, frutto di un lavoro selettivo e rigoroso sia nelle lavorazioni delle piante che nella quantità di produzione, che si aggira sulle 4/5000 bottiglie ad annata. Le migliori uve vendemmiate rigorosamente a mano sono deposte in cassette e trasferite nella cantina dove la supervisione di tutta la filiera di lavorazione è affidata all’enologo fino all’imbottigliamento. Al Vinitaly 2020 saranno presenti le annate 2017 e 2018 del Bentesali Carignano del Sulcis DOC. Carattere e aderenza al territorio sono le parole chiave per l’interpretazione di questi vini, ottenuti da Carignano in purezza e che bene accompagnano carne e pesce alla griglia, agnello, porchetto alla sarda e tonno rosso tipico della zona. Il 2017 è un piccolo capolavoro con toni speziati, materia, sapidità, carattere, forza e lunghezza gustativa, succosità ed armonia, senza rinunciare a bevibilità e dinamicità del sorso. Il 2018 si presenta con una gradazione alcolica tra le più basse prodotte da questa Azienda, la bevibilità si accompagna ad avvolgenza del sorso e lunghezza gustativa. Il finale speziato completa il ricco quadro organolettico.

     

    CARIGNANO IN PUREZZA

    News

    Nascerà a Prepotto (Duino Aurisina) la Casa della Vitovska
    Nascerà a Prepotto la Casa della Vitovska, enoteca e museo della civiltà contadina   Prepotto avrà la su ...
    continua »
    Vendemmia 2020. I dati definitivi
    VINO: PIÙ QUALITÀ CHE QUANTITÀ PER LA VENDEMMIA 2020 I DATI DEFINITIVI DI ASSOENOLOGI, ISMEA E UNIONE ITALIAN ...
    continua »
    Dietro al vino, l'uomo
    La storia dell’Azienda Agricola Manuelina, nel cuore dell’Oltrepò Pavese, inizia nella prima metà del &l ...
    continua »