Passione per la viticoltura da 7 generazioni

Passione per la viticoltura da 7 generazioni


Cantine del Notaio, nel cuore verde della Basilicata, ha dedicato il suo impegno e la sua ricerca ad esplorare tutte le potenzialità enologiche dell’Aglianico del Vulture che qui trova la sua migliore espressione per una felice combinazione di temperature (alte d’estate, mitigate da un’intensa escursione termica tra giorno e notte), piovosità (assente nei periodi estivi) e suolo (per la presenza del tufo vulcanico che “allatta le viti”). L’Azienda dispone di circa 45 ettari suddivisi in aree particolarmente vocate di 5 comuni del Vulture (Maschito, Ripacandida, Ginestra, Rionero in Vulture e Barile).

Straordinarie le condizioni di affinamento dei vini in antiche grotte di tufo del 1600, appartenute ai Padri Francescani, che si sviluppano su circa 1.500 mq di spazi sotterranei garantendo un’umidità molto elevata e costante tutto l’anno. Grazie allo studio scientifico sul vitigno Aglianico del Vulture e al recupero in chiave più moderna di antiche tradizioni, Cantine del Notaio produce vini rossi, rosati, bianchi, anche in versione spumante (Metodo Martinotti e Metodo Classico). La differenziazione dei vini è basata su di una diversa epoca di raccolta (da fine agosto a fine novembre) che, in funzione del differente grado di maturazione fenolica, consente una interpretazione enologica specifica per esaltare le caratteristiche del frutto.

L’Azienda ha inoltre implementato un Sistema Qualità certificato da CERTIQUALITY, in cui tutti i processi dell'intera filiera produttiva sono monitorati.

Le etichette richiamano tutte l’attività Notarile: i rossi L’Atto, Il Repertorio, La Firma, Il Sigillo e Il Lascito; il rosato La Scrittura e il rosSato Il Rogito; i bianchi Il Preliminare, La Raccolta e La Parcella; lo spumante Metodo Charmat Il Passaggio, gli spumanti millesimati Metodo Classico La Stipula Bianca Brut e La Stipula Rosé; il vino frizzante rosso Il Protesto; lo spumante dolce di Moscato La Postilla; lo Spumante Aglianico Del Vulture La Nota Metodo Classico Millesimato; il vino passito di Moscato e Malvasia L’Autentica.

Da anni pluripremiata nelle manifestazioni nazionali e internazionali, tra le quali La Selezione del Sindaco, alla XIX Edizione del Concorso Enologico Internazionale Città del Vino ha vinto 3 Medaglie d'Oro con Il Repertorio 2018 DOC (Aglianico del Vulture 100%), elegante al naso e ricco ed equilibrato in bocca, Il Sigillo 2014 DOC (Aglianico del Vulture 100%), vellutato e caratterizzato da un lungo finale speziato, di liquirizia e cioccolato fondente e L'Autentica 2017 IGT (Moscato 70%), dalle note dolci che trovano il giusto contrappunto in una piacevole acidità.