La qualità è un mosaico

La qualità è un mosaico


L’Azienda Agricola Roberto Scubla è di contenute dimensioni (60000 bottiglie) e si estende su 12 ettari nel Comune di Ipplis, in provincia di Udine. Un’area particolare, caratterizzata da terreni di marna eocenica, splendidamente vocata a grandi vini bianchi con un’elegante rassegna dei rossi. Quando si piantano i nuovi vigneti sembra di metterli a dimora in una pietraia, ma questa diventerà terreno ricchissimo di minerali con lo sgretolamento dovuto agli agenti atmosferici. Le schiene di roccia delle colline fanno sì che le falde acquifere non si abbassino troppo per cui la siccità non si fa sentire e le notti sempre piacevolmente fresche e ventilate favoriscono i profumi che aprono la strada al gusto che si giova dei sali ed oligoelementi del suolo. La casa padronale e la cantina si trovano sulla sommità di una dolce collina da cui si domina un panorama meraviglioso, aperto e suggestivo, a poca distanza da località di grande fascino storico e culturale, come Cividale del Friuli.

La scelta di Roberto Scubla, frequentatore di vecchi studi in biologia, di abbandonare la banca dove lavorava per amore della campagna, è frutto di una passione coltivata sin da piccolo, quando il fascino della viticoltura collinare lo aveva conquistato attraverso la frequentazione della tenuta di proprietà di uno zio. L’Azienda è stata costituita nel 1991, da alcune vecchie vigne esistenti cui si sono aggiunti nuovi impianti, fino ad arrivare nel 1993 a 10 ettari vitati, sui fianchi di un colle soleggiato, nella zona meridionale dei Colli Orientali del Friuli, luogo d’elezione per vini dalle straordinarie armonie di aromi e sapori. Nel periodo dal 1995 al 2000 l’antico edificio rurale che comprende casa padronale e cantina è stato completamente ristrutturato, rispettando la tradizione ma dotando le zone operative delle migliori e più moderne tecnologie. Oltre allo splendido restauro della casa, che permette di accogliere gli ospiti e visitatori in sale di degustazione accoglienti e ricche di atmosfera, la cantina è stata rifatta ricavando una barriqueria completamente interrata, che gode di una temperatura straordinariamente equilibrata per l’affinamento in barriques e tonneaux. Roberto Scubla ha sempre potuto contare sull’appoggio di esperti di grande levatura, principalmente dell’enologo Gianni Menotti, sia in campagna che in cantina, che gli hanno permesso di avviare una produzione dagli standard qualitativi elevatissimi, con riscontri sui mercati e sulla stampa specializzata a livello internazionale. La limitata produzione permette una lavorazione molto attenta delle uve vendemmiate a mano e dei vini che inizia dalla vigna, il cui prodotto è la vera base per un’attenta elaborazione del valore del frutto e quindi del vino stesso.

Ogni aspetto della produzione è come la tessera di un mosaico: un particolare che, assieme ad altri, contribuisce a realizzare un disegno armonioso ed elegante in etichette in grado di conquistare i palati più esigenti. Ogni tessera al suo posto, dalle peculiarità pedoclimatiche del territorio alle severe potature, dalle cure più attente tra i filari alla scelta del periodo per la vendemmia, dall’evoluzione dei mosti alla barriqueria, luogo ideale di elevazione per i rossi come lo Scuro ma anche per il passito Cràtis e per il Bianco Pomèdes: solo così si ottengono i prodotti migliori, dove l’armonia del lavoro e l’esaltazione della natura si trasformano in bouquet freschi e sapori raffinati. Oltre alla grappa friulana ricavata da vinacce di verduzzo friulano appassite al vento nel mese di dicembre e all’olio E.V.O. da spremitura a freddo, qui si producono i due Spumanti Brut Metodo Classico e Metodo Martinotti e i vini bianchi (pinot bianco, friulano, riesling renano, malvasia istriana, ribolla gialla, sauvignon), rossi (cabernet sauvignon, merlot, refosco dal peduncolo rosso) e dolci (riesling renano) della D.O.C. Friuli Colli Orientali  e dell’I.G.T. Venezia.