Povoletto torna Città del Vino e lancia i suoi “racconti” virtuali

Povoletto torna Città del Vino e lancia i suoi “racconti” virtuali


Povoletto torna Città del Vino e lancia i suoi “racconti” virtuali

Il Comune di Povoletto torna a far parte della rete delle Città del Vino. Lo ha fatto lanciando “2020 Povoletto – Racconti di vino”, progetto multimediale di valorizzazione dei vigneti e del paesaggio del vino ideato da Lisa Rossi, assessore alla comunicazione. A suggellare questo ritorno, la riconsegna - avvenuta nei giorni scorsi - della bandiera delle Città del Vino nelle mani del Sindaco Giuliano Castenetto da parte di Tiziano Venturini, coordinatore regionale delle Città del Vino del Friuli Venezia Giulia.

Il vino è il fiore all’occhiello del territorio comunale che dalle porte di Udine si estende fino a Nimis, concentrato sulle colline di Savorgnano del Torre, all’interno della Doc Colli orientali del Friuli, che quest’anno compie 50 anni dalla sua istituzione. Sono circa 200 ettari per una produzione di 1,5 milioni di bottiglie. Un valore economico e sociale tale da indurre il sindaco Giuliano Castenetto ad aderire di nuovo al circuito delle Città del Vino che ha come obiettivo sviluppare intorno al vino e ai suoi territori le attività e i progetti che consentano uno sviluppo locale sostenibile all’insegna della qualità della vita.

Per questo è stato condotto un censimento delle aziende del territorio, grazie alla collaborazione con la Camera di Commercio di Pordenone-Udine, e degli incontri con le imprese durante i quali sono state realizzate delle videointerviste, da qui il progetto dell’assessore Lisa Rossi che ha spiegato come “le aree vitate e agricole sono una parte fondamentale del paesaggio, e la loro tutela ha un ruolo importante per la nostra azione amministrativa; per lo sviluppo locale creare una sinergia tra pubblico e privato in questo settore significa lavorare per una buona qualità della vita, uno sviluppo sostenibile, più opportunità di lavoro”.

Con quest’iniziativa, Povoletto ha creato un format per dare visibilità alle realtà del territorio sottolineando il rapporto diretto tra microclima, terreno e tradizioni. Dalle interviste sono emerse le buone pratiche agronomiche, la propensione per un’attività responsabile e sostenibile. Il progetto continuerà con un evento in cantina che si terrà l’8 novembre in occasione della Giornata mondiale dell’enoturismo. I video saranno raccolti e pubblicati, il mercoledì e il venerdì, sulla pagina Youtube di PromoTurismoFVG t.ly/mKqR e condivisi sulla pagina Facebook (@Comune di Povoletto). Il progetto è stato realizzato con riprese e montaggio di Renato Bonin, fotografie di Sonia Fattori, regia di Visual-Studio.it e con l’assistenza di Edoardo Rossi. È patrocinato da PromoTurismoFvg, Città del Vino, Movimento Turismo del Vino, Donne del Vino, Ducato dei Vini Friulani, Consorzio Tutela Vini Doc Friuli Colli orientali e Ramandolo.