Rompere le regole per rinnovarsi e vivere meglio

Rompere le regole per rinnovarsi e vivere meglio

Rompere le regole non come atto “antipolitico” di sfiducia verso la democrazia rappresentativa e i suoi valori ma come impegno creativo per affrontare le nuove sfide, per esplorare incroci e ibridazioni culturali, per rallentare (l’inquinamento, l’alienazione, il surriscaldamento) o anche fare di più con meno.

Oggi possiamo applicare il tema della rottura creativa delle regole ai processi di cambiamento e di movimento  che anche città e paesaggi devono mettere in pratica per adattarsi alle mutazioni delle comunità e dei mercati, ai progressi delle conoscenze scientifiche, alla necessità di evolversi attraverso la riqualificazione dei tessuti esistenti, la razionalizzazione delle funzioni, il risparmio energetico e il miglioramento dei servizi collettivi.

Ancv short paper sessione 2 paesaggi beni culturali patrimonio unesco converted

Ultime news inserite

In viaggio con le Citta' del Vino - Usini (SS)
Dall'artigianalità del prodotto all'artigianalità del web,saper fare e saper comunicare: la Sardegna di UsiniDiretta ...
continua »
Tradizione centenaria  e tutela degli ecosistemi per una produzione di alta qualita'
Colline del Soleè una piccola azienda vitivinicola a conduzione familiare situata nel cuore dell’areale della DOCG de ...
continua »
Via libera alla vendemmia verde
La Conferenza Stato-Regioni ha sancito ieri l'intesa sul decreto Mipaaf, da adottare di concerto con il Mef, che attiva per l ...
continua »