Comune di Zola Predosa

  • Telefono: 051 6161611
  • Fax: 051 6161711
  • Sitoweb: Zola Predosa
  • Sede Amministrativa
    Piazza della Repubblica 1 40069 Zola Predosa (Bologna)

Origine del nome

In passato si chiamava Cellula Petrosa, dal nome di due insediamenti limitrofi: Cellula divenne Ceula, poi Zola e Petrosa divenne Predosa. La prima parte del nome deriva dal latino cella con il significato di "cantina" o "cappella". Con il tempo divenne ceula, poi zeula. La specifica significa "pietrosa".

Il Territorio

  • Num. Abitanti: 18392
  • Altitudine: 74
  • Superficie: 37.75
  • Santo Patrono: San Nicolò
  • Codice ISTAT: 37060
  • Codice Catastale: M185
  • Prefisso: 51
  • PEC: comune.zolapredosa@cert.provincia.bo.it
  • Zona Sismica: 3
  • Zona Climatica: E
  • Gradi Giorno: 2408
  • Dati forniti da Tuttitalia.it

Amministratore

Nome
Stefano Fiorini


Storia

Il territorio comunale si sviluppa lungo l'antica Via Claudia e numerose sono le testimonianze di epoca romana, medievale. Il territorio rientrava nei possedimenti di Matilde di Canossa. Dal XVI il territorio ha visto sorgere importanti esempi di dimore di villeggiatura tra cui il seicentesco Palazzo Albergati, considerato tra le più importanti ed originali opere architettoniche di tutto il Barocco Europeo.
Il territorio collinare zolese è un punto di passaggio dell'antica Via dei Brentatori. I Brentatori erano autorizzati a trasportare il vino mediante le “brente”, assaggiarlo e a valutarne il prezzo a seconda della qualità, infine ne riscuotevano le imposte. Furono dei grandi intenditori di vino e per questo, possiamo definirli come i primi sommelier della storia. La loro sede era nel cuore di Bologna, in via dei Dazi, oggi Via de' Pignattari. In caso di incendio il loro ruolo cambiava radicalmente, e si mettevano a disposizione con le loro brente, per trasportare l'acqua utile a sedare le fiamme.

Feste

“Mortadella, Please” - 18-19-20 Settembre • Festival Internazionale dedicato alla Mortadella, la Regina Rosa della Gastronomica bolognese. Per tutta la durata del Festival il centro cittadino di Zola Predosa si trasformerà in una grande Cittadella del Gusto, in cui sarà possibile degustare straordinarie ricette a base di Mortadella, abbinate al vino dei Colli Bolognesi.
Fira 'd Zola: Metà Luglio. Fiera di Maggio a Madonna dei Prati: primo Weekend di Maggio. "Zola Jazz&Wine": da fine Maggio a fine Giugno. Notte d'estate: secondo Giovedì di Giugno. Festa della Ronca: seconda e terza domenica di Giugno. "Raid del Pignoletto" per auto d'epoca: fine Giugno. Calici di Stelle: 10 Agosto. Riale in Festa: ultimo weekend di Agosto. Festa dello Sport: secondo week end di Settembre. Mercatino di Natale a Riale: primo weekend di Dicembre. Mercatini di Natale a Zola Predosa: Secondo e terzo weekend di Dicembre.
La festa patronale è San Nicolò, il 6 dicembre. Il mercato settimanale si svolge il lunedì mattina in Piazza Di Vittorio e il venerdì mattina nella Frazione di Ponte Ronca.

Informazioni Turistiche

DA VEDERE
Area museale di Cà la Ghironda: parco museo di oltre 10 ettari in cui arte moderna e contemporanea e natura si fondono. Il Sentiero dei Gessaroli (i Gessi di Monte Rocca, Monte Capra e Tizzano) è Sito Importanza Comunitaria percorribile a piedi/trekking. Percorso delle Querce monumentali di Madonna dei Prati (a piedi); riferimento per percorsi naturalistici: www.caiboovest.it. Località Bellavista, area collinare di Zola Predosa, area Ducentola (Via Carrani) punto panoramico.
Presso Villa Edvige Garagnani è presente una collezione dedicata agli antichi mestieri con oggetti per la lavorazione della canapa, arnesi da fabbro e falegname e utensili da cucina. Recapiti: Proloco di Zola Predosa – 051/755002. Vedi anche www.comune.zolapredosa.bo.it - www.prolocozola.it.

Il Comune fa parte dell'Associazione Strada dei vini e dei Sapori “Città Castelli Ciliegi”; dell'Unione dei Comuni Valli del Reno, Lavino e Valsamoggia; è riconosciuta Città d'arte e Città Turistica.

INFORMAZIONE TURISTICA: IAT Colli Bolognesi – Via Masini 11 c/o Villa Edvige Garagnani – 40069 – Zola Predosa – orari: Lunedì 14.30-18.30 – Martedì,Mercoedì,Giovedì, Venerdì 9-13 14.30-18.30, Sabato 9-13 – www.iatcollibolognesi.itinfo@iatcollibolognesi.it.

PERSONAGGI
Francesco Raibolini, detto il Francia (1450 - 1517) – pittore, orafo e medaglista nativo di Zola Predosa.

PUBBLICAZIONI in distribuzione presso Biblioteca di Zola Predosa.
Bruno Drusilli, Zola Predosa da paese a Città, 2004, Comune di Zola Predosa, 182 p..
Adolfo Belletti, Chiese e parrocchie di Zola Predosa, 1977, Edizioni Luigi Parma, 207 p.
Adolfo Belletti, Zola Predosa: paese d'origine di Francesco Francia. Preistoria storia e arte, 1987, Ed. Ponte Nuovo, 410 p.
Adolfo Belletti, Zola Predosa: le origini di una lotta, 1975, Editrice Moderna, 149 p.
Adolfo Belletti, Zola Predosa ai tempi della guardia civica, 1997, F.G.

BUONE PRATICHE
Comunità solare, raccolta differenziata e presenza della centrale a biomasse e sistema di teleriscaldamento.
Affidamento di orti comunali ai cittadini residenti nel Comune di Zola Predosa che sono in condizione di pensionamento, non svolgono alcuna attività lavorativa, non sono in possesso di altro appezzamento di terreno.

Denominazioni collegate

Colli Bolognesi Classico Pignoletto

Colli Bolognesi Classico Pignoletto

Regione di riferimento: Emilia Romagna
Enoregione: COLLINE EMILIANE, PIANURA EMILIANO-ROMAGNOLA
Tipo denominazione : DOCG
Enti Collegati
Comune di Zola Predosa, Comune di Sasso Marconi, Comune di Monte San Pietro

Enti Interessati
mostra/nascondi

Docg colli bolognesi classico pignoletto

Colli Bolognesi

Colli Bolognesi

Regione di riferimento: Emilia Romagna
Enoregione: COLLINE EMILIANE, PIANURA EMILIANO-ROMAGNOLA
Tipo denominazione : DOC
Enti Collegati
Comune di Zola Predosa, Comune di Sasso Marconi, Comune di Monte San Pietro

Enti Interessati
mostra/nascondi

Doc colli bolognesi

Reno

Reno

Regione di riferimento: Emilia Romagna
Enoregione: COLLINE EMILIANE, PIANURA EMILIANO-ROMAGNOLA
Tipo denominazione : DOC
Enti Collegati
Comune di Zola Predosa

Enti Interessati
mostra/nascondi

Doc reno

Bianco di Castelfranco Emilia

Bianco di Castelfranco Emilia

Regione di riferimento: Emilia Romagna
Enoregione: COLLINE EMILIANE, PIANURA EMILIANO-ROMAGNOLA
Tipo denominazione : IGT
Enti Collegati
Comune di Zola Predosa

Enti Interessati
mostra/nascondi

Bianco di castelfranco emilia

News

Augusto Barbera sulla Costituzione italiana
Nell'ambito delle iniziative promosse in occasione del 70° anniversario della Costituzione Italiana, il prof. Augusto Barbera ...
continua »
Raccolta firme per insegnare civismo nelle scuole
Un’iniziativa che l’Associazione nazionale delle Città del Vino invita a replicare presso tutti i suoi associat ...
continua »
22° edizione
Parte la 22° edizione della tradizionale "Fira 'dZola" la cui inaugurazione è prevista per le ore 20.00 di venerd&igrav ...
continua »