Comune di Verduno

  • Telefono: 0172 470121
  • Fax: 0172 470333
  • Sitoweb: Verduno
  • Socio dall'anno: 1994
  • Sede Amministrativa
    Via Roma, 2 12060 Verduno (Cuneo)

Origine del nome

Il nome Verduno è di chiara derivazione celtica indicante una fertile località collinare in cui probabilmente qualcuno ha visto soprattutto il prefisso “verd” che ha ispirato lo stemma moderno.

Il Territorio

  • Num. Abitanti: 566
  • Altitudine: 381
  • Superficie: 7,16 km²
  • Santo Patrono: Natività di Maria Vergine - 8 settembre
  • Codice ISTAT: 004238
  • Codice Catastale: L758
  • PEC: verduno@cert.ruparpiemonte.it
  • Dati forniti da Tuttitalia.it

Amministratore

Nome
Alfonso Brero


Storia

La vicinanza di Pollenzo ed Alba, unitamente al rinvenimento di reperti archeologici attestano che la zona era abitata in epoca romana. Di un castello di Verduno esiste attestazione nel secolo X. Nel secolo XIII il castello di Verduno era luogo importante e sicuro se gli Albesi lo scelsero come sede di loro trattati. Nel XIV secolo la Comunità di Verduno entrò in lite con Bra e Santa Vittoria e incominciò ad avere Statuti propri, consuetudini e terre comuni. Agli Statuti si fa riferimento negli Ordinati esistenti (dal ‘500), ma la raccolta non è stata rinvenuta. Nel 1197 la “Comunità e gli uomini di Verduno” stipularono patti con Alba ed entrarono nel “distretto” albese, ottenendone la cittadinanza. Una qualche forma di Comune è dunque certa nel passaggio dal XII al XIII secolo.

Informazioni Turistiche

COSA VEDERE

Castello di Verduno

Durante i secoli il castello è stato una presenza costante nella vita della comunità e nei suoi rapporti con i feudatari. Quello attuale fu costruito dai Cajssotti alla fine della prima metà del Settecento su disegno di Juvarra. Nel corso dell’Ottocento divenne proprietà del re Carlo Alberto di Savoia che oltre a servirsene per la villeggiatura, vi impiantò una cantina per la produzione del Barolo, guidata dal celebre enologo Staglieno. All’inizio del Novecento fu dai Savoia alienato alla famiglia Burlotto che ne ridusse una parte a prestigioso albergo, il “Real Castello”.

Chiesa Parrocchiale di San Michele

Un’antica chiesa dedicata a Sanctii Michaeli de Verduno è attestata in una bolla di Papa Alessandro III nel 1162. Nei secoli successivi viene citata la chiesa di San Michele “in villa” contrapposta alla parrocchiale di San Martino, posta accanto al cimitero. Nel 1707 iniziano i lavori di riedificazione dell’attuale parrocchiale nel sito di San Michele con l’intervento di almeno quattro capimastri: Antonino Gatto, Antonio Lanero, Carlo Corte e Matteo Mollinaro; San Martino è retrocesso a cappella cimiteriale. La facciata è sprovvista del frontone. L’interno è maestoso e imponente, ad unica navata, con cappelle laterali, e risente dell’influsso dell’arte barocca dei Seicento. La tela dell’Immacolata nel primo altare di destra è di Sebastiano Taricco di Cherasco; anche la figura di San Michele del coro è di Taricco, mentre l’immagine del Beato Sebastiano Valfrè è di Agostino Cottolengo di Bra.

PERSONAGGI ILLUSTRI

Beato Sebastiano Valfrè. Nacque a Verduno nel 1629. Prete della Congregazione dell’Oratorio, fece della chiesa di S. Filippo di Torino il centro di irradiamento del suo messaggio religioso e culturale. Don Bosco lo definì “Apostolo di Torino” per la sua opera nei confronti dei poveri, specie in occasione dell’assedio del 1706. Elemosiniere e confessore di Vittorio Amedeo II, è il santo dell’assistenza fattiva e operante. La tradizione vuole che questo Beato recasse a Verduno le prime barbatelle del vitigno Pelaverga donde il prestigioso vino di questa terra. Morì a Torino nel 1710.

Coniugi Egidio Cassina e Olimpia Dentis. Sindaco il primo per lunghi periodi dell’800, benefattrice la seconda, specie dell’asilo, sono citati dal Fantini come piantatori di un vigneto esemplare a sistema Guyot e per questo oggetto dell’ammirazione di tutti i viticoltori della seconda metà dell’800.

Tenente Giovan Battista Laneri. Fu martire dei moti piemontesi del 1821. Nacque a Verduno nel 1777. Fu giustiziato il 21 luglio 1821, dopo un veloce processo in cui fu accusato di aver favorito l’insurrezione del marzo precedente. Fu una delle tre sole vittime (con Giacomo Garelli e Fedele Rosanino) della reazione a fronte delle 103 condanne a morte pronunciate. Pesò su di lui il fatto di essere tenente dei Carabinieri Reali, forse anche di essere stato nel 1814 sottotenente degli Ussari al momento della sconfitta di Napoleone. Una lapide sul municipio, sistemata nel 1886, lo ricorda come “vittima generosa della Nazionale Indipendenza”.  

Ugo Novo. Conosciuto con il nome d’arte di “Ugo d’Verdun”, è stato uno dei più grandi cantori di cultura popolare delle Langhe. Nacque a La Morra nel 1914, ma si trasferì a Verduno con la famiglia. Iniziò a studiare le prime rime musicali da autodidatta, in seguito frequentò scuole specifiche ed ottenne la qualifica di maestro di musica. Nel dopoguerra insegnò nella scuola dei mutilati di Don Gnocchi a Torino. Durante gli anni ’70 del Novecento fondò la banda musicale “La Mosaica” ed iniziò a comporre musica e testi. Partecipò anche ad alcune trasmissioni televisive e radiofoniche. Amava cantare la semplicità e la fatica del popolo della Langa, la sua terra d’origine. Morì a Verduno nel 1992.

Denominazioni collegati

Nebbiolo d'Alba

Nebbiolo d'Alba

Regione di riferimento: Piemonte
Enoregione: LANGHE E ROERO
Tipo denominazione : DOC
Enti Collegati
Comune di Verduno, Comune di Monteu Roero, Comune di Montelupo Albese, Comune di Monforte d'Alba, Comune di La Morra, Comune di Guarene, Comune di Diano d'Alba, Comune di Castellinaldo, Comune di Alba, Comune di Serralunga d'Alba

Enti Interessati
mostra/nascondi

Doc nebbiolo d alba

Langhe

Langhe

Regione di riferimento: Piemonte
Enoregione: LANGHE E ROERO
Tipo denominazione : DOC
Enti Collegati
Comune di Verduno, Comune di Treiso, Comune di Neviglie, Comune di Neive, Comune di Monteu Roero, Comune di Montelupo Albese, Comune di Monforte d'Alba, Comune di La Morra, Comune di Guarene, Comune di Dogliani, Comune di Diano d'Alba, Comune di Cherasco, Comune di Castellinaldo, Comune di Barolo, Comune di Barbaresco, Comune di Alba, Comune di Serralunga d'Alba

Enti Interessati
mostra/nascondi

Doc langhe

Barbera d'Alba

Barbera d'Alba

Regione di riferimento: Piemonte
Enoregione: LANGHE E ROERO
Tipo denominazione : DOC
Enti Collegati
Comune di Verduno, Comune di Treiso, Comune di Neviglie, Comune di Neive, Comune di Monteu Roero, Comune di Montelupo Albese, Comune di Monforte d'Alba, Comune di La Morra, Comune di Guarene, Comune di Diano d'Alba, Comune di Cherasco, Comune di Castellinaldo, Comune di Barolo, Comune di Barbaresco, Comune di Alba, Comune di Serralunga d'Alba

Enti Interessati
mostra/nascondi

Doc barbera d alba

Alba

Alba

Regione di riferimento: Piemonte
Enoregione: LANGHE E ROERO
Tipo denominazione : DOC
Enti Collegati
Comune di Verduno, Comune di Treiso, Comune di Neviglie, Comune di Neive, Comune di Monteu Roero, Comune di Montelupo Albese, Comune di Monforte d'Alba, Comune di La Morra, Comune di Guarene, Comune di Dogliani, Comune di Diano d'Alba, Comune di Cherasco, Comune di Castellinaldo, Comune di Barolo, Comune di Barbaresco, Comune di Alba, Comune di Serralunga d'Alba

Enti Interessati
mostra/nascondi

Doc alba

Alta Langa

Alta Langa

Regione di riferimento: Piemonte
Enoregione: ALTO MONFERRATO, TERRE DEL GAVI E TERRE DEL MOSCATO, LANGHE E ROERO
Tipo denominazione : DOCG
Enti Collegati
Comune di Verduno, Comune di Treiso, Comune di Tagliolo Monferrato, Comune di Strevi, Comune di Rocca Grimalda, Comune di Quaranti, Comune di Ovada, Comune di Nizza Monferrato, Comune di Neviglie, Comune di Montelupo Albese, Comune di Monforte d'Alba, Comune di Moasca, Comune di Dogliani, Comune di Diano d'Alba, Comune di Castelletto d'Orba, Comune di Canelli, Comune di Calosso, Comune di Calamandrana, Comune di Alice Bel Colle, Comune di Serralunga d'Alba

Enti Interessati
mostra/nascondi

Docg alta langa

Piemonte

Piemonte

Regione di riferimento: Piemonte
Enoregione: ALTO MONFERRATO, TERRE DEL GAVI E TERRE DEL MOSCATO, BASSO MONFERRATO E COLLINE TORINESI, CANAVESE, COLLINE NOVARESI, LANGHE E ROERO, PINEROLESE E VAL DI SUSA, TORTONESE
Tipo denominazione : DOC
Enti Collegati
Comune di Villa del Bosco, Comune di Verduno, Comune di Treiso, Comune di Suno, Comune di Strevi, Comune di Sizzano, Comune di San Damiano d'Asti, Comune di Romagnano Sesia, Comune di Rocchetta Tanaro, Comune di Rocca Grimalda, Comune di Roasio, Comune di Quaranti, Comune di Ovada, Comune di Novi Ligure, Comune di Nizza Monferrato, Comune di Neviglie, Comune di Neive, Comune di Monteu Roero, Comune di Montelupo Albese, Comune di Montegrosso d'Asti, Comune di Monleale, Comune di Monforte d'Alba, Comune di Moncalvo, Comune di Mombaruzzo, Comune di Moasca, Comune di Mezzomerico, Comune di Maggiora, Comune di Lessona, Comune di La Morra, Comune di Isola d'Asti, Comune di Guarene, Comune di Ghemme, Comune di Gavi, Comune di Gattinara, Comune di Frossasco, Comune di Fara Novarese, Comune di Dogliani, Comune di Diano d'Alba, Comune di Costigliole d'Asti, Comune di Cortiglione, Comune di Cocconato, Comune di Cherasco, Comune di Castellinaldo, Comune di Castelletto d'Orba, Comune di Castagnole delle Lanze, Comune di Carema, Comune di Canelli, Comune di Caluso, Comune di Calosso, Comune di Calamandrana, Comune di Brusnengo, Comune di Briona, Comune di Bogogno, Comune di Boca, Comune di Barolo, Comune di Barbaresco, Comune di Asti, Comune di Alice Bel Colle, Comune di Albugnano, Comune di Alba, Comune di Agliè, Comune di Agliano Terme, Comune di Serralunga d'Alba

Enti Interessati
mostra/nascondi

Doc piemont

Asti

Asti

Regione di riferimento: Piemonte
Enoregione: ALTO MONFERRATO, TERRE DEL GAVI E TERRE DEL MOSCATO, BASSO MONFERRATO E COLLINE TORINESI, LANGHE E ROERO
Tipo denominazione : DOCG
Enti Collegati
Comune di Verduno, Comune di Treiso, Comune di Strevi, Comune di Quaranti, Comune di Nizza Monferrato, Comune di Neviglie, Comune di Mombaruzzo, Comune di Moasca, Comune di Costigliole d'Asti, Comune di Castagnole delle Lanze, Comune di Canelli, Comune di Calosso, Comune di Calamandrana, Comune di Asti, Comune di Alice Bel Colle, Comune di Alba, Comune di Serralunga d'Alba

Enti Interessati
mostra/nascondi

Docg asti

Verduno Pelaverga o Verduno

Verduno Pelaverga o Verduno

Regione di riferimento: Piemonte
Enoregione: LANGHE E ROERO
Tipo denominazione : DOC
Enti Collegati
Comune di Verduno, Comune di La Morra

Enti Interessati
mostra/nascondi

Doc verduno pelaverga

Dolcetto d'Alba

Dolcetto d'Alba

Regione di riferimento: Piemonte
Enoregione: ALTO MONFERRATO, TERRE DEL GAVI E TERRE DEL MOSCATO, LANGHE E ROERO
Tipo denominazione : DOC
Enti Collegati
Comune di Verduno, Comune di Treiso, Comune di Neviglie, Comune di Neive, Comune di Montelupo Albese, Comune di Monforte d'Alba, Comune di Cherasco, Comune di Barolo, Comune di Barbaresco, Comune di Alba, Comune di Serralunga d'Alba

Enti Interessati
mostra/nascondi

Doc dolcetto d alba

Barolo

Barolo

Regione di riferimento: Piemonte
Enoregione: LANGHE E ROERO
Tipo denominazione : DOCG
Enti Collegati
Comune di Novello, Comune di La Morra, Comune di Castiglione Falletto, Comune di Barolo, Comune di Serralunga d'Alba, Comune di Verduno

Enti Interessati
mostra/nascondi

Docg barolo

News

Seminario Permanente sulla Complessità
Sarà inaugurata venerdì 31 marzo la Rassegna “Ricognizioni” organizzata dal presidente dell’Istitu ...
continua »
Palio delle Botti, la prima volta di Refrontolo
Nel 2017 un nuovo Comune entra a far parte del circuito nazionale di gare del Palio delle Botti indetto dall'Associazione Citt&agr ...
continua »
Cresce l’interesse del Regno Unito per il vino italiano
«Seguiamo con attenzione le vicende della Brexit e il suo impatto sul commercio, in particolare del nostro vino. A oggi per& ...
continua »