Comune di Torgiano

  • Telefono: 075 988601
  • Fax: 075 982128
  • Sitoweb: Torgiano
  • Sede Amministrativa
    Corso V. Emanuele II 25 6089 Torgiano (Perugia)

Origine del nome

Incerta è l'origine del nome; sono state fatte varie ipotesi tra cui la derivazione dal termine longobardo trausan che significherebbe 'grossa fossa' con allusione al vasto bacino idrico determinato dalla confluenza dei fiumi Tevere e Chiascio in prossimità del colle su cui sorge la cittadina. Altre ipotesi indicano una derivazione latina dal termine turris scire nel senso di torre di vedetta o ancora e forse più verosimilmente, dall'accoppiamento delle parole turris e amnes nel senso di torre dei fiumi. Probabile che l'etimologia della parola, specialmente nella versione latina Tursiamnus abbia attinenza con le due fondamentali caratteristiche del centro e cioè con quella di borgo fortificato a difesa dei territori a sud di Perugia e con quella di cittadina nata in prossimità di importanti corsi d'acqua.

Il Territorio

  • Num. Abitanti: 6576
  • Altitudine: 219
  • Superficie: 37.66
  • Ettari Vitati: 400
  • Santo Patrono: San Bartolomeo
  • Codice ISTAT: 54053
  • Codice Catastale: L216
  • Prefisso: 75
  • PEC: comune.torgiano@postacert.umbria.it
  • Zona Sismica: 2
  • Zona Climatica: D
  • Gradi Giorno: 2014
  • Dati forniti da Tuttitalia.it

Amministratore

Nome
Marcello Nasini


Storia

Torgiano è un borgo medievale fortificato, sorto alla fine del XIII secolo, per volontà del Comune di Perugia sui resti di un antico insediamento romano, sebbene alcuni reperti individuati nelle zone circostanti testimonino la presenza di piccoli insediamenti fin dall'età etrusca. Le estese coltivazioni delle colline hanno dato vita soprattutto vita a una pregiata produzione vitivinicola, già presente nell'antichità, come ricordano, oltre allo stemma comunale con un cartiglio avvolto da un grappolo d'uva, anche i resti di anfore e doli, rinvenuti nei vicini poderi.

Feste

Versando Torgiano • Mostre, degustazioni e workshop animano la città del vino i primi due weekend del mese di novembre. I protagonisti sono l'olio e il vino, eccellenze enogastronomiche sulle quali il Comune di Torgiano trova le proprie radici insieme all’arte ceramica. L’evento è quindi l’occasione per fondere cultura dei sapori con l’arte attraverso un programma espositivo di alto livello che celebra il passato, il presente ed il futuro, il cui filo conduttore, la ceramica, rimane protagonista. Unisce quindi agli eventi espositivi una serie di incontri per festeggiare insieme l’arrivo del vino e dell’olio nuovo. In programma un importante convegno in collaborazione con il ministero delle Politiche agricole e la Regione Umbria, dei concerti, degustazioni di vini DOC e DOCG Umbri, di olii e prodotti tipici, trekking attraverso un paesaggio ricco di vigneti e uliveti con visita di un frantoio, cinema, teatro, musica e mostre collaterali. Inoltre, i ristoranti del territorio, proporranno per l’occasione i menù speciali e gustosi “Versando Torgiano”; sito internet: www.versandotorgiano.it).

Calici di Stelle • 10 agosto, organizzata dal Comune di Torgiano insieme alla Strada dei Vini del Cantico www.stardadeivinidelcantico.it.

Fuochi di San Giorgio, 23 Aprile • Ritualità magico-religiosa di origine pagana, rivive ogni notte del santo, rivitalizzata dalla Compagnia dei Vignaioli e Tavernieri di Torgiano che ogni anno ne coordina lo svolgimento. Si accendono fuochi propiziatori per il raccolto che ardono i sarmenti delle vigne. Il Piccolpasso li ricorda e vi si sofferma nella descrizione definendoli, già nel XVI sec., una antica usanza.

I Vinarelli, Agosto • Singolare estemporanea di pittura, giunta alla trentunesima edizione, a larghissima partecipazione, raccoglie in piazza e per le vie di Torgiano artisti noti e meno noti, animatori e semplici curiosi uniti dallo spirito conviviale, dall'amore per l'arte e soprattutto per il vino. E' nel vino che i colori vengono diluiti per realizzare le opere che, in ricordo e a testimonianza della propria partecipazione alla serata, ciascuno tra gli artisti presenti lascia in dono. Tutte le opere sono in vendita presso la sede della Por Loco di Torgiano (www.vinarelli.it).

Cantine aperte, ultima domenica di maggio • Le cantine socie del movimento turismo del vino aprono le proprie porte ad appassionati ed esperti conoscitori del mondo vitivinicolo.

Carnevale a Signoria, febbraio • Festa a tema che mette in competizione le frazioni del Comune con sfilata di carri allegorici, esibizione di maschere e degustazione di prodotti tipici.

Gustando i borghi (nella settimana di Pasqua – www.turismotorgiano.it) • Una giornata all'insegna della cultura e dell'enogastronomia, alla scoperta dei sapori e delle tradizioni dell'Umbria. Una occasione per assistere al mercato dell'antiquariato e della botanica e per assistere alla realizzazione dei quadri dei pittori partecipanti all'estemporanea di pittura che si svolge lungo le vie del centro storico, negli scorci più caratteristici e presso gli agriturismi aderenti all'iniziativa, all'interno dei quali è anche possibile degustare le tipicità del territorio. Infiorata del Corpus Domini • Le strade della cittadina vengono ricoperte da un tappeto di petali di fiori che riproducono grandi figurazioni sacre o disegni geometrici che fungono da contorno, creando suggestive scenografie, lungo le quali si svolge la processione sacra del Corpus Domini. La sera precedente la festività è possibile partecipare alla pulitura dei fiori e alla realizzazione dei disegni, a tal proposito il Parroco benedice una apposita messa per tutti gli aiutanti. La mattina stessa della festività, di buon ora, i cittadini accolgono curiosi e turisti volenterosi che li vogliano aiutare nella realizzazione. L'origine della festa è da far risalire alla Guerra del Sale combattuta nel 1540 alla fine della quale Torgiano si arrende alle truppe papaline in cambio del totale risparmio di vite umane. La prima infiorata è stata quindi organizzata dai torgianesi per celebrare questa strenua e valorosa resistenza.

Scultori a Brufa (ultima settimana di Agosto www.brufa.net) • Rassegna di arte contemporanea che vede in scena l'esposizione di sculture di importanti artisti, famosi a livello internazionale. Durante questo evento viene presentata di anno in anno la nuova opera di un artista scelto destinata ad incrementare le molte altre già presenti nel museo a cielo aperto denominato “Parco delle sculture lungo la Strada del vino e dell'arte”.
Il mercato settimanale si svolge il mercoledì.

Patrono San Bartolomeo (25 agosto). Altre feste: Santi Primo e Feliciano (9 giugno), Sant'Ermete (patrono della frazione di Brufa 27 agosto), San Rocco (patrono della frazione di Miralduolo 16 agosto) San Lorenzo, (patrono della frazione di Pontenuovo 10 agosto).

Informazioni Turistiche

Torre Baglioni: simbolo della cittadina, la sua raffigurazione campeggia nello stemma comunale; Chiesetta di Santa Maria dell'Ulivello: del '500con belle rappresentazioni iconografiche della Madonna col Bambino, San Giuseppe e San Giovanni; Chiesa di San Bartolomeo: rifacimento della preesistente pieve del 1300, fu edificata trta il 1797 e 1805 si trovano opere di Felice pellegrini e del Barocci. Palazzo Malizia e l'adiacente Piazza Mailizia ove ha sede il Museo della Ceramica contemporanea con opere di artisti di fama internazionale; Palazzo Graziani Baglioni: sede della fondazione Vittoria Baglioni è stato recentemente restaurato e vi ha sede il famosissimo Museo del Vino, uno dei più bei musei del vino al mondo. Museo dell'Olivo e dell'olio già sede di un frantoio per la lavorazione dell'olivo è un ponte tra passato e presente nella coltivazione dell'olivo. Parco delle Sculture lungo la Strada del Vino e dell'arte: sculture moderne en plain ari che si inseriscono e dialogano col paesaggio circostante.

Il Parco dei fiumi, è un itinerario percorribile a piedi e in bicicletta, lungo i fiumi Tevere e Chiascio che giunge fino alla confluenza tra i due. Lungo il percorso è possibile ammirare i mulini ad acqua ancora funzionanti di cui uno risalente al 1100 che produce farine biologiche. Il percorso è facilmente raggiungibile a piedi dal centro del capoluogo. Percorso tra i vigneti nella frazioni di Muralduolo e Brufa percorribile a piedi e in bicicletta, così come il percorso tra gli uliveti che producono olio DOP di Signoria e il percorso artistico-paesaggistico sito a Brufa e denominato “Strada del vino e dell'arte” dove nel corso degli anni sono state installate numerose sculture di diverso materiale e diversi linguaggi espressivi di artisti di chiara fama internazionale che costituiscono una originalità assoluta.
MUVIT Museo del vino di Torgiano. ORARI DI APERTURA: ottobre-marzo: dal martedì alla domenica 10-13/15-17 da aprile-giugno: dal martedì alla domenica 10-13/15-18 da luglio-settembre: dal lunedì alla domenica 10-18.
MOO Museo dell'olivo e dell'olio: ORARI DI APERTURA: ottobre-marzo: dal martedì alla domenica 10-13/15-17 aprile-giugno: dal martedì alla domenica 10-13/15-18
luglio-settembre: dal lunedì alla domenica 10-18.
MACC Museo della ceramica contemporanea: Piazza della Repubblica 9, Torgiano, www.versandotorgiano.it situato alla confluenza dei fiumi Chiascio e  Tevere, il territorio di Torgiano è ricchissimo di argilla e di boschi e ha quindi ampia disponibilità di tutti gli elementi essenziali all’arte ceramica: acqua, argilla e fuoco. Le ascendenze storiche, seppure importanti e fortemente identitarie per il territorio, hanno tuttavia trovato una nuova ragione di vitalità grazie alle “Vaselle d’Autore per il vino novello”, una manifestazione che, curata dall’artista-ceramista Nino Caruso, dal 1996, ha consentito di aggiungere al binomio vino-ceramica un terzo elemento di pregio ma anche di profonda e costantemente rinnovata relazione con il tempo presente, l’arte. Da allora, edizione dopo edizione, numerosi e celebri artisti italiani e stranieri hanno eseguito ciascuno per il Comune di Torgiano 3 vaselle, tutte attualmente esposte nel museo. Lo stesso Nino Caruso ha donato al Comune di Torgiano un insieme di opere ceramiche che costituisce il secondo nucleo del Museo dell’Arte Ceramica Contemporanea. Il museo è altresì arricchito da altre donazioni fatte da altri artisti contemporanei di fama mondiale.

Il Comune fa parte della Strada del Vino del Cantico; dell'Associazione Nazionale Città dell'Olio, club Borghi Più Belli d'Italia; Città Slow, Comunità Montana Monti del Trasimeno; Parco delle Sculture lungo la strada del Vino e dell'Arte.

PERSONAGGI
Tartaglia, capitano di ventura (XV sec.); Beato Simone da Torgiano (XVI sec.); Benedetto da Torgiano (XVII sec.); Giovan Battista Andreoli, scrittore (XVII sec.).

Giorgio Lungarotti • Figlio di proprietari terrieri, dopo gli studi in agraria all’Università degli studi di Perugia, affianca il padre nella gestione dei beni di famiglia, sperimentandosi nel campo dell’orticoltura, della viticoltura e dell’olivicoltura, ma anche della frutticoltura, della selvicoltura e dell’allevamento bovino, suino ed equino.
Negli anni Cinquanta gestisce il delicato passaggio dalla mezzadria alla conduzione diretta dell’azienda di famiglia, progressivamente abbandonando le altre colture e attività e dedicandosi alla viticoltura specializzata, scelta che lo porterà ad aprire nel 1962 la Cantina Lungarotti srl, fin dall'inizio improntata “su metodi razionali e tecnologie enologiche aggiornate e consapevoli”. Sperimentatore ardito, accanto all’opera di recupero e valorizzazione dei vitigni autoctoni, procede alla selezione e all’adattamento di nuove varietà seguendo e per molti aspetti anticipando le più moderne tendenze dell’enologia. Nel 1968 viene attribuito a Torgiano, primo territorio in Umbria a potersi fregiare di tale prestigioso titolo, il marchio di DOC per il suo Rosso e il suo Bianco; risale al 1990 (con valore retroattivo alla vendemmia del 1983) il marchio di DOCG per il Rosso riserva.
Con la collaborazione e la curatela della moglie Maria Grazia Marchetti, storica dell’arte, fonda a Torgiano il Museo del vino e il Museo dell'olivo e dell'olio e dà vita nel 1987 alla Fondazione Lungarotti, volta alla valorizzazione del grande patrimonio culturale legato all’agricoltura italiana attraverso attività di ricerca, espositive ed editoriali.
Segnando “una svolta storica nella promozione del vino italiano” fonda nel 1981, a Torgiano, il Banco di Assaggio dei Vini d’Italia (BAVI) in collaborazione con il Ministero dell’Agricoltura e la Regione Umbria che ne diventerà poi il principale gestore.
Nel 1991 è insignito dal Presidente della Repubblica Francesco Cossiga dell'onorificenza di Cavaliere del lavoro.

PUBBLICAZIONI
Francesco Briganti, Cenni storici sul Castello di Torgiano sino a tutto il secolo XVI, Perugia, 1900.
Marco Dean, La storia di Torgiano e del suo attuale territorio, tesi di laurea discussa presso l'Università degli Studi di Roma "La Sapienza"; anno accademico 1989-90.
Ivana Ercolanoni, Vite e vino a Torgiano - Saggio di onomasiologia dialettale, Roma, 1999.
Vittorio Falcinelli, Torgiano - lavoro, religione, folklore, Assisi, 1977.
Giancarlo Gaggiotti, Nel nome del vino: Torgiano, testo del video presentato dal Consiglio Regionale dell'Umbria e dal Comune di Torgiano, 1998.
Francesco Federico Mancini, Torgiano, piccola guida artistica, Perugia, 1995.
Maria Grazia Marchetti Lungarotti, Sosta a Torgiano, Ponte San Giovanni (PG), 1995.
Maria Grazia Marchetti Lungarotti, Il Piacere della Tavola-A Cookery Calenda, Ponte San Giovanni (PG), 1989.
Maria Grazia Marchetti Lungarotti, Museo del Vino - Itinerario, Perugia, 1994.
Alessandra Uncini, Museo del Vino - Materiali Archeologici, Milano, 1991.
Bon di Valsassina e Marina Madrisio, Torgiano e il suo territorio. Guida pratica per turisti, viaggiatori e residenti, Bastia Umbra, 2001
Rita Boini, Torgiano in tavola, 2011

Altre foto

Denominazioni collegate

Torgiano Rosso Riserva

Torgiano Rosso Riserva

Regione di riferimento: Umbria
Enoregione: COLLI PERUGINI
Tipo denominazione : DOCG
Enti Collegati
Comune di Torgiano

Enti Interessati
mostra/nascondi

Docg torgiano rosso riserva

Torgiano

Torgiano

Regione di riferimento: Umbria
Enoregione: COLLI PERUGINI
Tipo denominazione : DOC
Enti Collegati
Comune di Torgiano

Enti Interessati
mostra/nascondi

Doc torgiano

Umbria

Umbria

Regione di riferimento: Umbria
Enoregione: COLLI PERUGINI, ORVIETANO E COLLI AMERINI , TERRE DEL SAGRANTINO E COLLI MARTANI
Tipo denominazione : IGT
Enti Collegati
Comune di Umbertide, Comune di Torgiano, Comune di Orvieto, Comune di Montefalco, Comune di Magione, Comune di Giano dell'Umbria, Comune di Ficulle, Comune di Città di Castello, Comune di Castel Viscardo, Comune di Castel Ritaldi, Comune di Bevagna

Enti Interessati
mostra/nascondi

Umbria

News

Cinquanta anni di storia della DOC Torgiano
Si terrà oggi al Vinitaly di Verona, alle ore 13:00 presso il PAD. 2 STAND A9 E10 - AREA UMBRIA “COME IN UMBRIA&rdquo ...
continua »
Città del Vino, si apre la Convention in Umbria
Oggi a Torgiano (Pg) l’assemblea della federazione Iter Vitis e domani Simposio Europeo sull’Enoturismo, sabato 24 a M ...
continua »
Simposio Europeo sull’Enoturismo: Marketing e redditività d’impresa
A seguito dei Forum nazionali e internazionali curati in questi anni, l’Associazione Nazionale Città del Vino propone ...
continua »