Comune di Serrapetrona

  • Telefono: 0733 908 321
  • Fax: 0733 908 322
  • Sitoweb: Serrapetrona
  • Sede Amministrativa
    Via Giacomo Leopardi, 18 62020 Serrapetrona (Macerata)

Origine del nome

Il termine “Serra”, di origine longobarda, indica un abitato fortificato con funzioni di sbarramento a difesa dell'inizio di una valle “Petrona” di pietra. Ma secondo la tradizione riportata in antichi documenti, Serrapetrona avrebbe avuto il suo nome da un certo Petronio, ricco e valoroso cittadino romano, qui rifugiato per sfuggire a persecuzioni. 

Il Territorio

  • Num. Abitanti: 968
  • Altitudine: 490
  • Superficie: 37,65 km²
  • Santo Patrono: San Clemente - 23 novembre
  • Codice ISTAT: 043051
  • Codice Catastale: I651
  • PEC: comune.serrapetrona.mc@legalmail.it
  • Dati forniti da Tuttitalia.it

Amministratore

Nome
Silvia Pinzi


Storia

Le sue origini sono molto antiche; infatti, nel suo territorio, sono state ritrovate tracce di insediamenti che risalgono alle epoche paleo e neolitica. Difendono Serrapetrona due cinte murarie medievali con quattro massicce porte. Fin dai primi anni del ‘200 il paese era tutto stretto attorno alla chiesa di San Clemente e al palazzo pubblico già sede del feudatario. Fu aggregata come libero comune al distretto di Camerino dalle autorità papali nel 1240 durante la lotta tra guelfi e ghibellini,e ne divenne poi parte integrante della Signoria. Di quell’epoca resta il ricco patrimonio di pergamene del comune, e opere pittoriche di Lorenzo D’Alessandro. Pochi centri nella regione vantano tanta splendida storia e tanta splendida arte. La sua storia si lega anche alla produzione di quell’ottimo vino spumante naturale “Vernaccia”. La produzione della vernaccia è una produzione secolare. Fin dai tempi più antichi è stata sempre uno dei più accreditati prodotti di queste terre. Lo stesso Dante ne era ghiottissimo: “ …e purga per digiuno le anguille di Bolsena e la Vernaccia.”(fonte: turismo.comune.serrapetrona.mc.it)

Feste

SAGRA DELLA VERNACCIA: Si svolge, da oltre cinquant’anni, la seconda settimana del mese di agosto. Organizzata dalla locale Pro-loco nella piazza del paese; serate con cene in piazza, musica dal vivo e la possibilità di degustare la Vernaccia di Serrapetrona Docg e il Serrapetrona Doc, prodotti d’eccellenza del territorio. Dal 2014 la Sagra della Vernaccia si fregia del marchio di qualità “Momenti del gusto”, concesso dalla Provincia di Macerata, volto a valorizzare tutti gli eventi più tradizionali e significative che hanno un forte legame con la cultura del luogo e la produzione di eno-gastronomia di alta qualità.

SAGRA DE “LU SCARTOCCIU”: Festa tipicamente paesana che si svolge ogni anno dopo ferragosto nella frazione Collina presso il Bocciodromo Comunale, volto a valorizzare i sapori di un tempo come la polenta, piatto d’elite della tradizione popolare-contadina, e il caratteristico “Scartocciu”, ovvero la pannocchia di mais cotto alla brace o lessato in acqua. Serate con cene presso i locali del Bocciodromo e ballo all’aperto.

FESTA DI SAN GIACOMO: Nella splendida cornice del lago di Caccamo si svolge ogni ultima settimana di luglio la festa del patrono San giacomo. Cene e ballo all’aperto, passeggiate naturalistiche intorno al lago, e la “Disfida di San Giacomo” ovvero una sfida, attraverso vari giochi, fra le frazioni del Comune di Serrapetrona.

APPASSIMENTI APERTI: Si svolge ogni anno la seconda e terza domenica di Novembre la manifestazione enologica che celebra le qualità inconfondibili e la storia del grande vitigno Vernaccia Nera. Due giorni per narrare un legame profondo tra il territorio ed uno dei suoi prodotti simbolo, in un’atmosfera che calerà il visitatore direttamente nei luoghi della lavorazione dei vini. Nella piazza del paese la possibilità di degustare i prodotti tipici eno-gastronomici del territorio nei vari stand allestiti. Inoltre il fascino di questa manifestazione sta soprattutto nell’opportunità unica di visitare gli Appassimenti, i luoghi che tramandano l’antica tradizione di mettere ad appassire le uve per mesi prima di procedere con la lavorazione; un’usanza che la civiltà contadina ha perpetuato e che oggi si rinnova grazie a tecniche avanzate. Negli Appassimenti, dove l’uva riposa raccolta in cassette o appesa a formare suggestive ‘pareti di grappoli’, i produttori racconteranno i segreti di uno dei vini più difficili da produrre.Un servizio navetta gratuito condurrà i visitatori alla scoperta dei produttori.

FESTA DEI FIORI: La festa dei fiori si svolge ogni anno il 25 aprile, nella frazione Caccamo. Oltre all’esposizione di piante e fiori e prodotti botanici, anche spettacoli folcloristici per le vie del paese, il tutto arricchito dalla splendida cornice naturalistica del lago.

MARCIA DELLA FEDE: Pellegrinaggio a piedi dalla piazza di Serrapetrona fino al santuario della Madonna della neve sul Monte D’Aria. Il Santuario Madonna della Neve nasce nel 1714 grazie alle offerte donate dagli abitanti del paese di Serrapetrona in provincia di Macerata, più precisamente da quelli che vivevano nelle frazioni di Villa D’Aria e di Castel S. Venanzio. La costruzione è avvenuta sopra il monte che porta lo stesso nome della frazione di Villa D’Aria e proprio qua, il santuario si vide edificare in pochi anni. Proprio in questa zona montuosa molti contadini vi si recavano per far pascolare il proprio gregge e a causa di tutto ciò, molte furono le fiere a tema dove merci e animali venivano venduti e scambiati. La struttura non ha nulla di caratteristico, è a forma di capanna e vuole sicuramente richiamare la semplicità dei fedeli costruttori e di come basti così poco per pregare la Madonna e il Signore. La ristrutturazione del santuario avvenne nel 1965 e da allora continua ad avere frequentazioni di pellegrini che scalano la montagna per arrivare in vetta alla piccola chiesa. Tutti gli anni, la prima domenica di Agosto, si festeggia la festa della Madonna della Neve.  

FESTIVAL D’ESTATE A PALAZZO CLAUDI: Festival organizzato e promosso dalla Fondazione Claudi, si svolge nel mese di luglio nel cortile dello splendido Palazzo Claudi, sede dell’omonima fondazione. Concerti di musica classica, lettura di poesie e infine degustazione dei prodotti tipici del territorio

Informazioni Turistiche

Tranquillo borgo sulla destra del torrente Cesolone, Serrapetrona racchiude interessanti bellezze sia da un punto di vista artistico che storico ed offre la possibilità di belle passeggiate lungo le rive e i pendii dei colli circostanti, mentre il lago di Caccamo si rivela luogo ideale per la pesca sportiva, il canottaggio e la canoa. Il territorio, prevalentemente montuoso e collinare, scende dal Monte d’Aria al Lago di Caccamo, con valli profonde e declivi ammantati di boschi cedui di querce, lecci, càrpini, ontàni, noccioli e scòtani (arbusti tipici degli Appennini, dal caratteristico fogliame rosso cupo e le infiorescenze che assomigliano a bouquet di ragnatele). Serrapetrona racchiude vestigia fin dall'alto medioevo. Non si può quindi non rimanere felicemente sorpresi nell'ammirare, tra i vari reperti artistici, le croci lignee e d'argento dell'età gotica di Cecco da Camerino, gli affreschi della scuola giottesco-riminese, le pale d'altare e il pregevolissimo “polittico” di Lorenzo d Alessandro e la “crocifissione” di scuola camerinese, di Giovanni Angelo di Antonio rispettivamente nelle Chiese di S. Francesco e S. Lorenzo; ...le antiche pergamene del 1100, le bolle e lo “statuto” dell'età feudale, quando Serrapetrona lottò per diventare Comune, contenute nell'archivio storico; ...l'antichissima “fonte delle Conce” che seguita a versare apprezzate acque oligo-minerali; ...il “museo dell'uomo” con attrezzi e materiali utilizzati dall'antica tradizione contadina e ospitato in alcuni locali del restaurato "castello" di età longobarda. Se poi il turista alle bellezze naturali ed artistiche volesse abbinare anche un’ottima eno-gastronomia non resta che scegliere tra le eccellenti trattorie presenti e l’ormai famosissima Vernaccia di Serrapetrona d.o.c.g., vino spumante, unico per qualità, caratteristiche e tradizione apprezzato nell’intero territorio nazionale ed oltre. (fonte: http://turismo.comune.serrapetrona.mc.it)

Denominazioni collegate

Marche

Marche

Regione di riferimento: Marche
Enoregione: COLLINE CENTRALI, COLLINE PESARESI, COSTA ANCONETANA, PICENO
Tipo denominazione : IGT
Enti Collegati
Comune di Serrapetrona, Comune di San Paolo di Jesi, Comune di Ripatransone, Comune di Osimo, Comune di Offida, Comune di Morrovalle, Comune di Morro d'Alba, Comune di Staffolo, Comune di Matelica, Comune di Cupramontana, Comune di Castelplanio

Enti Interessati
mostra/nascondi

Marche

Colli Maceratesi

Colli Maceratesi

Regione di riferimento: Marche
Enoregione: COLLINE CENTRALI
Tipo denominazione : DOC
Enti Collegati
Comune di Morrovalle, Comune di Serrapetrona, Comune di Matelica

Enti Interessati
mostra/nascondi

Doc colli maceratesi

Vernaccia di Serrapetrona

Vernaccia di Serrapetrona

Regione di riferimento: Marche
Enoregione: COLLINE CENTRALI
Tipo denominazione : DOCG
Enti Collegati
Comune di Serrapetrona

Enti Interessati
mostra/nascondi

Docg vernaccia di serrapetrona

Serrapetrona

Serrapetrona

Regione di riferimento: Marche
Enoregione: COLLINE CENTRALI
Tipo denominazione : DOC
Enti Collegati
Comune di Serrapetrona

Enti Interessati
mostra/nascondi

Doc serrapetrona

News

Appassimenti Aperti, viaggio nelle Marche alla scoperta della Vernaccia Nera
Un vitigno antico coltivato esclusivamente in una piccola area nell’entroterra di Macerata e la magica atmosfera dell’ ...
continua »
Al via Appassimenti aperti
Gli appassimenti sono colmi di nuovi grappoli e tutto è pronto nel borgo di Serrapetrona (Mc) per celebrare la Vernaccia Ne ...
continua »
“Appassimenti aperti”, l’edizione della rinascita
Un vino tanto buono da gustare quanto bello da vedere. La Vernaccia Nera torna a raccontare i suoi segreti con “Appassimenti ...
continua »