Comune di Offida

  • Telefono: 0736 88871
  • Fax: 0736 889648
  • Sitoweb: Offida
  • Socio dall'anno: 2016
  • Sede Amministrativa
    Corso Serpente Aureo 66 63073 Offida (Ascoli Piceno)

Origine del nome

Le dispute sull'origine del nome coincidono con le diverse ipotesi sulla nascita della città. Secondo alcuni autori furono i Pelasgi provenienti dall’Asia Minore a fondare Offida, traendo tale nome dal “serpente Ophite”, a cui dedicarono un tempio. Altri sostengono che il toponimo derivi da “oppidum”, che sta ad indicare una cittadina fortificata dell’epoca romana e, pertanto, la fondazione e la denominazione di Offida debbano essere ricollegate alla storia dell’espansione romana. Altri ancora ritengono che derivi da “Ypsiida” (cioè in alto nella selva) e che furono i monaci farfensi ad attribuirlo al nucleo originario della cittadina.

Il Territorio

  • Num. Abitanti: 5
  • Altitudine: 293
  • Superficie: 49,60 km²
  • Santo Patrono: Santa Croce - 3 maggio
  • Codice ISTAT: 044054
  • Codice Catastale: G005
  • PEC: protocollo@pec.comune.offida.ap.it
  • Dati forniti da Tuttitalia.it

Amministratore

Nome
Valerio Lucciarini De Vincenzi


Storia

Le origini della cittadina sarebbero antichissime. Lo storico offidano G. Allevi sostiene che Offida sarebbe stata fondata durante l’età della pietra e che i Pelasgi, popolo proveniente dall’Asia Minore, sarebbero stati i primi a portare i segni della civiltà nella cittadina. Tale convincimento, evidentemente, fu frutto delle numerose scoperte di necropoli rinvenute dall’Allevi in Offida e zone limitrofe. Lo storico affidano A. Marchionni, altro convinto assertore della tesi riguardante i Pelasgi, sostiene che la conferma di tale tesi sarebbe avvalorata dal fatto che presso il popolo dei Pelasgi c’era la consuetudine di sotterrare i cadaveri ponendoli con la faccia rivolta verso la casa per sempre abbandonata, cosa confermata dalle 400 tombe scoperte nel territorio di Offida. A.F. Marcucci sostiene che il termine Ophis, sia in greco che in etrusco, ha lo stesso significato, cioè di «serpente” e, pertanto, i veri fondatori della cittadina sarebbero stati gli Etruschi, che infatti fondarono nel Piceno molte città e grossi castelli, templi e delubri... come pure dedicarono a Giove etrusca il sontuoso tempio di Ophite ossia del serpente aureo (era Offida illustre terra). Lo storico offidano C. Arduini, contestando tali posizioni, sostiene che le origini della città debbano essere ricollegate, molto probabilmente, alla occupazione di Ascoli da parte dei Longobardi, avvenuta nel 578 d.C. In tale occasione, gli Ascolani fuggiti si rifugiarono nelle colline interne e fondarono, in seguito, i castelli di Montalto, Amandola, Comunanza, Appignano ed Offida che rappresentò il più grosso e ragguardevole castello della Contea di Ascoli e fu sede di un gastaldo. La Contea dì Ascoli abbracciava la Città di Truento (nel Sannio) che venne fu distrutta nel VII sec. D.C. dagli stessi Longobardi e la sede del gastaldo fu, in quell’occasione, spostata nei pressi del Tronto, appunto ad Offida, già sede di un castello. Nel 1039 Longino d’Azone, un signore di Offida di origine franca o tedesca donò all’Abbazia di Farfa la maggior parte dei suoi possedimenti. Nel 1356 nella Marca Anconitana venivano costituiti tre Presidati: al nord, di S. Lorenzo in Campo (Pesaro); al centro, di Camerino (con Ancona); al sud, Farfense con sede a S. Vittoria (nel Fermano), comprendente Offida. In seguito la divisione dello Stato della Chiesa in province avrebbe dovuto evitare conflittualità, ma ben presto le rivalità tra i comuni e quelle tra Ascoli e Fermo ripresero il sopravvento e con esse quelle tra i guelfi e i ghibellini. Nel tardo medioevo e nel XVI sec. Offida fu centro di intensa vita cittadina, come testimoniato dalla istituzione del mercato cittadino nel 1576 e dagli Statuti Comunali, dai quali si evince che la complessità sociale richiedeva, da parte dei legislatori e amministratori, la necessità di una rielaborazione degli ordinamenti per stabilire, con più precisione e puntualità, i compiti e le mansioni delle singole attività artigianali e commerciali, i diritti ed i doveri dei cittadini. NeI 1600 predomina, incontrastato, nelle Marche il potere pontificio, finché il 2 Aprile 1808 le Marche venivano aggregate da Napoleone al Regno Italico e il 17 Maggio veniva decretata la soppressione del potere temporale del Pontefice. Dopo il Congresso di Vienna ritornano sotto la sovranità del pontefice e nel 1816 si procede alla riorganizzazione amministrativa dello Stato Pontificio che viene suddiviso nelle Province di Camerino, di Urbino e della Marca, divisa nelle Delegazioni di Macerata, Ancona, Fermo ed Ascoli che comprende Offida. (Fonte: www.turismoffida.com)

Feste

5 Gennaio - LA FARFALLA D’ORO: Concorso canoro per bambini che dal 1991 si svolge al Teatro Serpente Aureo.

Gennaio - PREMIO BIENNALE DI NARRATIVA - CITTA’ DI OFFIDA JOYCE LUSSU”: Premio letterario riservato a raccolte di racconti per ricordare la figura della nota scrittrice, vissuta a lungo nelle Marche.

Gennaio - CARNEVALE: Domenica degli Amici, Domenica dei Parenti, carnevale dei bambini, lu Bov Fint, veglione ed ingresso in teatro delle Congreghe, li Vlurd, La notte delle "M'RETT" CON premiazione dei gruppi mascherati

Venerdì Santo - PROCESSIONE DEL CRISTO MORTO: tradizione delle antiche confraternite medievali, così chiamata poiché lungo le vie del centro storico viene portata in processione la Bara del Cristo Morto, custodita nel resto dell’anno all’interno della chiesa dell’Addolorata.

3 Maggio - FESTA DELLA CROCE SANTA: in ricordo del miracolo eucaristico avvenuto a Lanciano in Abruzzo nel 1273 ed i cui resti sono ancora conservati nell’apposita cappella all’interno della chiesa di S. Agostino.

Prima settimana di Luglio - SAGRA “MACCHERONCINO DELLA TREBBIATURA, CINGHIALE E SPECIALITA’ GASTRONOMICHE

Luglio - LA SETTIMANA DEL MERLETTO:laboratori, visite guidate legate al merletto, convegni di rilevanza regionale sull’artigianato artistico locale, mostre a carattere nazionale, concorso “Il Fusello d’Oro” che stabilisce ogni anno un tema in base al quale le merlettaie devono realizzare i loro lavori al tombolo.

Secondo sabato di Luglio - “GUSTANDOFFIDA”

Seconda settimana di Luglio - CIBORGHI D'ITALIA: Festival dei Cibi dei Borghi più Belli d’Italia che propone le specialità culinarie più tipiche dei borghi della rete con la più ampia rappresentazione delle cucine regionali italiane.

Ultima settimana di Luglio - MANGIALONGA PICENA: passeggiata tra i vigneti della DOCG OFFIDA ammirando i paesaggi, i colori e i profumi della "terra picena", "undici chilometri e mezzo" di buona cucina, di prodotti tipici e di buon vino divisi in due percorsi nelle campagne marchigiane.

Ultimo sabato di Luglio - MARCHE JAZZ & WINE FESTIVAL: nel suggestivo centro storico del cittadina, degustazioni guidate e cene con piatti tipici locali ed in contemporanea concerti jazz fino a tarda notte.

Primo sabato e domenica di Agosto - SAGRA DEL CHICHI’ RIPIENO: in Piazza del Popolo è possibile degustare questo prodotto tipico insieme al buon vino locale e alla musica di affermati gruppi locali e non.

Ultima settimana di Agosto - SAGRA DEL CASTRATO E DEGLI STROZZAPRETI: nella frazione di Borgo Miriam è possibile assaggiare gli strozzapreti conditi con sugo di pomodoro ed il castrato cucinato in spezzatino.

22-23 Agosto - FESTA DEL BEATO BERNARDO: messe celebrate nella chiesa della casa natale del Beato Bernardo nel quartiere dei Cappuccini e solenne processione lungo le vie del paese.

Ultima settimana di Agosto - INTERNATIONAL F.O.F.: festival di teatro in strada incentrato sul teatro di figura (marionette, burattini, pupazzi, teatro d’oggetto) ed altre discipline teatrali (magia, clownerie, teatro di strada).

Prima settimana di Settembre - OFFIDA ALL'OPERA: musica lirica di qualità finalizzata a valorizzare e promuovere, a livello nazionale ed internazionale, i beni artistici ed i luoghi più suggestivi e caratteristici del territorio.

Settembre/Dicembre - FESTIVAL NAZIONALE DI TEATRO AMATORIALE SERPENTE AUREO - CITTA' DI OFFIDA: festival di teatro amatoriale al quale partecipano numerose compagnie provenienti da tutta Italia. 

Novembre - CONCORSO GIORNALISTICO BIENNALE “PREMIO TONINO CARINO”: in memoria di Tonino Carino, al fine di incentivare la corretta informazione giornalistica e l'impegno professionale dei giornalisti, circa la valorizzazione delle realtà territoriali.  

Denominazioni collegate

Marche

Marche

Regione di riferimento: Marche
Enoregione: COLLINE CENTRALI, COLLINE PESARESI, COSTA ANCONETANA, PICENO
Tipo denominazione : IGT
Enti Collegati
Comune di Serrapetrona, Comune di San Paolo di Jesi, Comune di Ripatransone, Comune di Osimo, Comune di Offida, Comune di Morrovalle, Comune di Morro d'Alba, Comune di Staffolo, Comune di Matelica, Comune di Cupramontana, Comune di Castelplanio

Enti Interessati
mostra/nascondi

Marche

Terre di Offida

Terre di Offida

Regione di riferimento: Marche
Enoregione: PICENO
Tipo denominazione : DOC
Enti Collegati
Comune di Ripatransone, Comune di Offida

Enti Interessati
mostra/nascondi

Doc terre di offida

Offida

Offida

Regione di riferimento: Marche
Enoregione: PICENO
Tipo denominazione : DOCG
Enti Collegati
Comune di Ripatransone, Comune di Offida

Enti Interessati
mostra/nascondi

Docg offida

Falerio

Falerio

Regione di riferimento: Marche
Enoregione: PICENO
Tipo denominazione : DOC
Enti Collegati
Comune di Ripatransone, Comune di Offida

Enti Interessati
mostra/nascondi

Doc falerio

Rosso Piceno o Piceno

Rosso Piceno o Piceno

Regione di riferimento: Marche
Enoregione: COLLINE CENTRALI, COSTA ANCONETANA, PICENO
Tipo denominazione : DOC
Enti Collegati
Comune di San Paolo di Jesi, Comune di Ripatransone, Comune di Staffolo, Comune di Potenza Picena, Comune di Offida

Enti Interessati
mostra/nascondi

Doc rosso piceno o piceno

News

Offida Passerina e Pecorino Docg alla sfida del mercato
OFFIDA PASSERINA E PECORINO DOGC 2017 DA DOMANI ALLA SFIDA DEL MERCATO   VINI PICENI: MARCHIGIANA L’UNICA DOCG DEI 2 ...
continua »