Comune di Nizza Monferrato

  • Telefono: 0141 720511
  • Fax: 0141 720536
  • Sitoweb: Nizza Monferrato
  • Sede Amministrativa
    Piazza Martiri d'Alessandria 19 14049 Nizza Monferrato (Asti)

Origine del nome

Così come quella francese, anche la Nizza monferrina ha avuto probabilmente origine etimologica da una proprietaria di fondi chiamata Nice o Nicia, denominazione a sua volta derivata dalla dea greca Nike (Vittoria). Per tutto il periodo medioevale il nome è stato caratterizzato dal determinante Palearum o della Paglia, riferito alla consuetudine di coprire le case con steli erbacei essiccati. Successivamente divenne terra dei Marchesi del Monferrato da cui il toponimo attuale Nizza Monferrato.

Il Territorio

  • Num. Abitanti: 10453
  • Altitudine: 138
  • Superficie: 30.36
  • Santo Patrono: San Carlo Borromeo
  • Codice ISTAT: 5080
  • Codice Catastale: F902
  • Prefisso: 141
  • PEC: nizza.monferrato@cert.ruparpiemonte.it
  • Zona Sismica: 4
  • Zona Climatica: E
  • Gradi Giorno: 2524
  • Dati forniti da Tuttitalia.it

Amministratore

Nome
Simone Nosenzo


Storia

Le prime fonti storiche risalgono ad un atto pubblico del 1021, in cui viene definita Villa Curte Nicia: la città sarebbe sorta grazie alla ribellione del popolo che distrussero i sette castelli durante la contesa territoriale tra Asti e Alessandria. Nel 1613 resistette ad un assedio da parte delle truppe savoiarde. Altre notizie storiche.

Feste

Nizza è Barbera - www.nizzaebarbera.it • Il titolo spiega lo spirito della manifestazione, dove la parola NIZZA ha un duplice significato, sia come toponimo della Città sia come denominazione della sottozona della Barbera d’Asti Superiore. La manifestazione si svolge per le vie e piazze del Centro Storico il secondo fine settimana del mese di Maggio. Al “Nizza è Barbera” viene degustata la Barbera d’Asti Superiore Nizza, e il vino di tutte le altre tipologie piemontesi di Barbera DOC dei produttori, delle ditte Vinicole e delle Cantine Sociali provenienti dal territorio regionale. Nizza Monferrato si trasforma, per due giorni, in una grande capitale del vino; la manifestazione elebra la Signora in Rosso per eccellenza, affiancata in ogni edizione da un grande vino ospite.

Corsa delle Botti - www.corsadellebottinizza.it • Si svolge il secondo fine settimana del mese di giugno di ogni anno, per le vie e piazze del centro storico cittadino.
É una tradizione che risale all'Ottocento quando i garzoni di bottega provvedevano alla consegna dei fusti, facendoli rotolare sulla strada e ingaggiando vere e proprie competizioni. Partecipano alla Corsa delle botti, con le proprie squadre di spingitori, ditte vinicole, cantine sociali, singoli produttori di Nizza Monferrato e dei Comuni vicini.
Secondo il regolamento, il giro di qualificazione si svolge al mattino, mentre le semifinali e la finale al pomeriggio. Ogni squadra è formata da 3 a 4 spingitori (più un responsabile) che, a turno, possono scambiarsi il compito di spingere la botte ("bonsa"). Un solo concorrente, per volta, deve spingere la botte che pesa all'incirca un quintale. Una Giuria controlla l'andamento della gara e può, in casi di irregolarità, squalificare la squadra. La gara di qualificazione, a cronometro, serve a formare la classifica delle squadre partecipanti. I primi classificati nelle batterie della semifinale partecipano alla finale.

Monferrato in Tavola • Si svolge il secondo fine settimana del mese di giugno di ogni anno, in piazza Garibaldi, in concomitanza con la Corsa delle botti.
Il Monferrato in Tavola è un grande ristorante all’aperto che ospita le pro loco provenienti dal territorio regionale, che per due giorni cucinano i piatti della tradizione. I piatti vengono approvati da un comitato organizzatore, onde garantire la tipicità e l’unicità della proposta gastronomica. Per la manifestazione è stata coniata una moneta in metallo il cui nome è “Carlino”, il nome è in onore del Santo Patrono della città. Per tutta la rassegna gastronomica è l’unica moneta di scambio.

Fiera del Bue Grasso • La fiera si svolge la prima domenica del mese di dicembre di ogni anno. L’evento tiene conto di una tradizione ultracentenaria: basti ricordare che già negli Anni Venti del Novecento Nizza era un punto fermo nel commercio di buoi e manzi. Oggi come allora l’allevamento ed il mercato dei bovini continua ad essere uno dei fiori all’occhiello dell’agricoltura e allevamento di un territorio votato all’enogastronomia.
Piazza Garibaldi è la cornice che ospita, ogni anno, i capi che vengono esposti, valutati da un’apposita giuria e quindi premiati. Seguita da una suggestiva “sfilata”, con tanto di tappeto rosso. Al termine dell’esposizione si svolge il pranzo con il tradizionale gran bollito misto.

Fiera del Santo Cristo • Si svolge il quarto fine settimana di aprile.
La fiera trae il nome da una statua del Cristo risorto che fu scolpita da un prigioniero tedesco durante la prima guerra mondiale. Conservata dapprima nella chiesa della Santa Trinità e ora nella chiesa di San Giovanni. 
La fiera ospita per tre giorni un’esposizione delle macchine e delle attrezzature agricole, per il giardinaggio e per l’agricoltura. Alla domenica ha luogo il gran mercato della fiera  e in piazza del Municipio la Festa della Torta Verde, piatto tipico della tradizione nicese che viene preparato in prossimità della Pasqua.

Fiera di San Carlo • Si svolge la prima domenica del mese di novembre. La Fiera di San Carlo ha origini antichissime: infatti risale all’anno 1516 quale atto di liberalità a favore delle genti nicesi da parte di Guglielmo IX, Marchese del Monferrato. Nizza non ha mai tralasciato di festeggiare tale ricorrenza che coincide con la fine di ottobre e i primi di novembre. I motivi vanno ricercati nella devozione che i nicesi hanno sempre avuto per il loro Santo Patrono al quale una tradizione attribuisce il Miracolo della lampada. La fiera consiste in un gran mercato ambulante per le vie cittadine, in un mercato dei prodotti agricoli, nella giornata del Cardo Gobbo e nella giornata del Tartufo bianco.

Il mercato settimanale è tutti i venerdì; mercatini agricoli a km0 il mercoledì, venerdì e domenica.

Informazioni Turistiche

COSA VEDERE
La Chiesa di San Giovanni in Lanero, considerata il duomo di Nizza Monferrato, si affaccia nella piccola piazza intitolata a Vittorio Emanuele. L'attuale chiesa di San Giovanni (in precedenza San Francesco), era stata riedificata dai frati Conventuali di San Francesco, nel 1772, su disegno dell'architetto di Robilant. Fu restaurata nel 1826, abbellita con quasi tutti gli arredi, gli altari e le suppellettili del vecchio San Giovanni.
La Chiesa di San Siro, fu edificata nel 1311 per volere di un presunto nobile locale, un certo Antonio Pelletta, il quale pose come condizione che l'arciprete fosse sempre un sacerdote di Nizza. L'architetto Canonico Don Alessandro Thea seguì gli abbellimenti dal 1939 al 1943, tra cui due grandi affreschi alla pareti del presbiterio: il Cristo Re, di Paolo Giovanni Grida, e la Coena Domini, di Pietro Dalle Ceste.
La Chiesa della S.S. Trinità fu edificata nella seconda metà del quattrocento e poi ampliata nella prima metà del cinquecento. Era la sede della confraternita della S.S. Trinità, i cui confratelli, che vestivano la cappa rossa, erano comunemente detti "battuti rossi". Nei primi anni ottanta del Novecento, venne data in proprietà all'Accademia di Cultura Nicese L'Erca che ne curò il restauro.
La Torre Campanaria del Municipio, conosciuta dai nicesi come “el Campanòn” (il campanone), si trova in piazza Martiri d’Alessandria vicino al palazzo Municipale. E’ un'altissima realizzazione in muratura, a base quadrata, contenente, nella fascia inferiore, due ampie finestre ad arco, rifinite con stucchi, ed in quella superiore, un orologio a sfondo bianco, con numeri romani, ed una spaziosa apertura per le campane, che riprende, con il suo arco, in maniera più ricca e completa, lo stile delle precedenti. Si può salire sulla torre e ammirare il paesaggio. Per la visita occorre prenotare: tel. 0141 720.500.

Itinerari naturalistici vedi monferratooutdoor.com. Camper Club Nizza Monferrato, Piazzale Pertini – tel. 3880653893 – 3385058712.

UFFICIO INFORMAZIONI TURISTICHE • Piazza Garibaldi 80, Tel. 0141.727516 Fax: 0141.727516 - info@nizzaturismo.it.
Orari: sabato, domenica e festivi mattina 10.00-13.00; pomeriggio 15.00-18.00.
ASSESSORATO AL TURISMO COMUNE DI NIZZA • Piazza Martiri di Alessandria, 19. Tel. 0141/720500 - 720507 Fax: 0141/720536 nizza@tin.it.
Orari: da lunedì al venerdì mattina 09.00 - 12.30; martedì e giovedì pomeriggio 15.00 - 17.00.

Il Comune fa parte della Strada del Vino Astesana; dell'Unione di Comuni Comunità Collinare Vigne & Vini.
Dal giugno 2014 è iscritto nella lista del Patrimonio Mondiale dell’Umanità Unesco “I paesaggi vitivinicoli del Piemonte: Langhe – Roero e Monferrato”.
Riconoscimento dalla Community di PaesiOnLine.it – Nizza Monferrato tra le migliori destinazioni “Turismo del Vino”.

MUSEI DEL VINO E DELLA CULTURA ENOGASTRONOMICA
Museo Bersano: articolato in due parti in cui vengono presentati i principali strumenti della civiltà enoico-contadina a cui fa seguito una rara e pregevole raccolta di stampe sul vino ed etichette degli ultimi 4 secoli. Si trova in  Piazza Dante, 21 - 14049 Nizza Monferrato (Asti) – Tel +39 0141 720211 -Fax +39 0141 701706 - Email wine@bersano.it. E’ visitabile su prenotazione.
Palazzo del Gusto: è un museo multimediale all’interno di Palazzo Crova dedicato alla storia locale dal punto di vista dell’enogastronomia, aperto al pubblico durante tutti i fine settimana, con ingresso gratuito. Si trova in Via Crova 2. – Tel. 0141 793350 Fax 0141 724683. Qui ha sede l'Enoteca Regionale di Nizza - orari: da mercoledì a domenica 10.00/13.00 e 15.00/20.00. e-mail: info@enotecanizza.it.
Sugar House: il museo dello zucchero in bustina, è la struttura che Figli di Pinin Pero ha voluto dedicare al collezionismo di bustine di zucchero. Si trova in Corso Acqui 254. Tel. 0141 727857 – e-mail: sugarhouse@pininpero.com.

CONFRATERNITEConfraternita della Bagna Cauda, una tra le più antiche d’Italia, ha festeggiato i cinquanta anni dalla sua fondazione ad opera di Arturo Bersano, c/o Museo delle Contadinerie Bersano – Piazza Dante 21 – tel. 0141 720211.

PERSONAGGI
Francesco Cirio • Il re delle conserve Nato a Nizza Monferrato il 24 dicembre del 1836, riuscì con le sue intuizioni a portare i prodotti ortofrutticoli «made in Italy» su tutti i mercati del mondo. Cirio aveva svolto le sue prime attività commerciali, come ambulante sui mercati della zona, a Nizza Monferrato, Fontanile, Castelnuovo Belbo, Monastero Bormida e successivamente ad Alessandria e Torino. Morì a Roma il 9 gennaio del 1900.

PUBBLICAZIONI
Vicende storiche di Nizza Monferrato, di Alberto Migliardi – Tipografia Moderna, 2001.
Liber Catenae, traduzione di Ugo Zanobbio – Tipografia La Tecnografica, 2007.

Altre foto

Denominazioni collegati

Piemonte

Piemonte

Regione di riferimento: Piemonte
Enoregione: ALTO MONFERRATO, TERRE DEL GAVI E TERRE DEL MOSCATO, BASSO MONFERRATO E COLLINE TORINESI, CANAVESE, COLLINE NOVARESI, LANGHE E ROERO, PINEROLESE E VAL DI SUSA, TORTONESE
Tipo denominazione : DOC
Enti Collegati
Comune di Villa del Bosco, Comune di Verduno, Comune di Treiso, Comune di Suno, Comune di Strevi, Comune di Sizzano, Comune di San Damiano d'Asti, Comune di Romagnano Sesia, Comune di Rocchetta Tanaro, Comune di Rocca Grimalda, Comune di Roasio, Comune di Quaranti, Comune di Ovada, Comune di Novi Ligure, Comune di Nizza Monferrato, Comune di Neviglie, Comune di Neive, Comune di Monteu Roero, Comune di Montelupo Albese, Comune di Montegrosso d'Asti, Comune di Monleale, Comune di Monforte d'Alba, Comune di Moncalvo, Comune di Mombaruzzo, Comune di Moasca, Comune di Mezzomerico, Comune di Maggiora, Comune di Lessona, Comune di La Morra, Comune di Isola d'Asti, Comune di Guarene, Comune di Ghemme, Comune di Gavi, Comune di Gattinara, Comune di Frossasco, Comune di Fara Novarese, Comune di Dogliani, Comune di Diano d'Alba, Comune di Costigliole d'Asti, Comune di Cortiglione, Comune di Cocconato, Comune di Cherasco, Comune di Castellinaldo, Comune di Castelletto d'Orba, Comune di Castagnole delle Lanze, Comune di Carema, Comune di Canelli, Comune di Caluso, Comune di Calosso, Comune di Calamandrana, Comune di Brusnengo, Comune di Briona, Comune di Bogogno, Comune di Boca, Comune di Barolo, Comune di Barbaresco, Comune di Asti, Comune di Alice Bel Colle, Comune di Albugnano, Comune di Alba, Comune di Agliè, Comune di Agliano Terme, Comune di Serralunga d'Alba

Enti Interessati
mostra/nascondi

Doc piemont

Asti

Asti

Regione di riferimento: Piemonte
Enoregione: ALTO MONFERRATO, TERRE DEL GAVI E TERRE DEL MOSCATO, BASSO MONFERRATO E COLLINE TORINESI, LANGHE E ROERO
Tipo denominazione : DOCG
Enti Collegati
Comune di Verduno, Comune di Treiso, Comune di Strevi, Comune di Quaranti, Comune di Nizza Monferrato, Comune di Neviglie, Comune di Mombaruzzo, Comune di Moasca, Comune di Costigliole d'Asti, Comune di Castagnole delle Lanze, Comune di Canelli, Comune di Calosso, Comune di Calamandrana, Comune di Asti, Comune di Alice Bel Colle, Comune di Alba, Comune di Serralunga d'Alba

Enti Interessati
mostra/nascondi

Docg asti

Barbera d'Asti

Barbera d'Asti

Regione di riferimento: Piemonte
Enoregione: ALTO MONFERRATO, TERRE DEL GAVI E TERRE DEL MOSCATO, BASSO MONFERRATO E COLLINE TORINESI
Tipo denominazione : DOCG
Enti Collegati
Comune di Strevi, Comune di San Damiano d'Asti, Comune di Rocchetta Tanaro, Comune di Quaranti, Comune di Nizza Monferrato, Comune di Montegrosso d'Asti, Comune di Moncalvo, Comune di Mombaruzzo, Comune di Moasca, Comune di Costigliole d'Asti, Comune di Cocconato, Comune di Castagnole delle Lanze, Comune di Canelli, Comune di Calosso, Comune di Calamandrana, Comune di Asti, Comune di Alice Bel Colle, Comune di Albugnano, Comune di Agliano Terme

Enti Interessati
mostra/nascondi

Docg barbera d asti

Barbera del Monferrato Superiore

Barbera del Monferrato Superiore

Regione di riferimento: Piemonte
Enoregione: ALTO MONFERRATO, TERRE DEL GAVI E TERRE DEL MOSCATO, BASSO MONFERRATO E COLLINE TORINESI
Tipo denominazione : DOCG
Enti Collegati
Comune di Strevi, Comune di San Damiano d'Asti, Comune di Rocchetta Tanaro, Comune di Quaranti, Comune di Ovada, Comune di Nizza Monferrato, Comune di Montegrosso d'Asti, Comune di Moncalvo, Comune di Mombaruzzo, Comune di Moasca, Comune di Costigliole d'Asti, Comune di Cortiglione, Comune di Cocconato, Comune di Castelletto d'Orba, Comune di Castagnole delle Lanze, Comune di Canelli, Comune di Calosso, Comune di Calamandrana, Comune di Alice Bel Colle, Comune di Albugnano, Comune di Agliano Terme

Enti Interessati
mostra/nascondi

Docg barbera del monferrato superiore

Barbera del Monferrato

Barbera del Monferrato

Regione di riferimento: Piemonte
Enoregione: ALTO MONFERRATO, TERRE DEL GAVI E TERRE DEL MOSCATO, BASSO MONFERRATO E COLLINE TORINESI
Tipo denominazione : DOC
Enti Collegati
Comune di San Damiano d'Asti, Comune di Rocchetta Tanaro, Comune di Quaranti, Comune di Ovada, Comune di Nizza Monferrato, Comune di Montegrosso d'Asti, Comune di Moncalvo, Comune di Mombaruzzo, Comune di Moasca, Comune di Costigliole d'Asti, Comune di Cortiglione, Comune di Cocconato, Comune di Castelletto d'Orba, Comune di Castagnole delle Lanze, Comune di Canelli, Comune di Calosso, Comune di Calamandrana, Comune di Alice Bel Colle, Comune di Albugnano, Comune di Agliano Terme, Comune di Strevi

Enti Interessati
mostra/nascondi

Doc barbera del monferrato

Freisa d'Asti

Freisa d'Asti

Regione di riferimento: Piemonte
Enoregione: ALTO MONFERRATO, TERRE DEL GAVI E TERRE DEL MOSCATO, BASSO MONFERRATO E COLLINE TORINESI
Tipo denominazione : DOC
Enti Collegati
Comune di San Damiano d'Asti, Comune di Rocchetta Tanaro, Comune di Quaranti, Comune di Nizza Monferrato, Comune di Montegrosso d'Asti, Comune di Moncalvo, Comune di Mombaruzzo, Comune di Moasca, Comune di Isola d'Asti, Comune di Costigliole d'Asti, Comune di Cortiglione, Comune di Cocconato, Comune di Castagnole delle Lanze, Comune di Canelli, Comune di Calosso, Comune di Calamandrana, Comune di Asti, Comune di Albugnano, Comune di Agliano Terme

Enti Interessati
mostra/nascondi

Doc freisa d asti

Monferrato

Monferrato

Regione di riferimento: Piemonte
Enoregione: ALTO MONFERRATO, TERRE DEL GAVI E TERRE DEL MOSCATO, BASSO MONFERRATO E COLLINE TORINESI
Tipo denominazione : DOC
Enti Collegati
Comune di Tagliolo Monferrato, Comune di Strevi, Comune di San Damiano d'Asti, Comune di Rocchetta Tanaro, Comune di Quaranti, Comune di Ovada, Comune di Novi Ligure, Comune di Nizza Monferrato, Comune di Montegrosso d'Asti, Comune di Moncalvo, Comune di Mombaruzzo, Comune di Moasca, Comune di Isola d'Asti, Comune di Gavi, Comune di Costigliole d'Asti, Comune di Cortiglione, Comune di Cocconato, Comune di Castelletto d'Orba, Comune di Castagnole delle Lanze, Comune di Canelli, Comune di Calosso, Comune di Calamandrana, Comune di Asti, Comune di Alice Bel Colle

Enti Interessati
mostra/nascondi

Doc monferrato

Alta Langa

Alta Langa

Regione di riferimento: Piemonte
Enoregione: ALTO MONFERRATO, TERRE DEL GAVI E TERRE DEL MOSCATO, LANGHE E ROERO
Tipo denominazione : DOCG
Enti Collegati
Comune di Verduno, Comune di Treiso, Comune di Tagliolo Monferrato, Comune di Strevi, Comune di Rocca Grimalda, Comune di Quaranti, Comune di Ovada, Comune di Nizza Monferrato, Comune di Neviglie, Comune di Montelupo Albese, Comune di Monforte d'Alba, Comune di Moasca, Comune di Dogliani, Comune di Diano d'Alba, Comune di Castelletto d'Orba, Comune di Canelli, Comune di Calosso, Comune di Calamandrana, Comune di Alice Bel Colle, Comune di Serralunga d'Alba

Enti Interessati
mostra/nascondi

Docg alta langa

Brachetto d'Acqui o Acqui

Brachetto d'Acqui o Acqui

Regione di riferimento: Piemonte
Enoregione: ALTO MONFERRATO, TERRE DEL GAVI E TERRE DEL MOSCATO
Tipo denominazione : DOCG
Enti Collegati
Comune di Strevi, Comune di Quaranti, Comune di Nizza Monferrato, Comune di Mombaruzzo, Comune di Calamandrana, Comune di Alice Bel Colle

Enti Interessati
mostra/nascondi

Docg brachetto d acqui o acqu

Cortese dell'Alto Monferrato

Cortese dell'Alto Monferrato

Regione di riferimento: Piemonte
Enoregione: ALTO MONFERRATO, TERRE DEL GAVI E TERRE DEL MOSCATO
Tipo denominazione : DOC
Enti Collegati
Comune di Tagliolo Monferrato, Comune di Strevi, Comune di Rocchetta Tanaro, Comune di Rocca Grimalda, Comune di Quaranti, Comune di Ovada, Comune di Novi Ligure, Comune di Nizza Monferrato, Comune di Mombaruzzo, Comune di Cortiglione, Comune di Castelletto d'Orba, Comune di Canelli, Comune di Calamandrana, Comune di Alice Bel Colle

Enti Interessati
mostra/nascondi

Doc cortese dell alto monferrato

Dolcetto d'Asti

Dolcetto d'Asti

Regione di riferimento: Piemonte
Enoregione: ALTO MONFERRATO, TERRE DEL GAVI E TERRE DEL MOSCATO
Tipo denominazione : DOC
Enti Collegati
Comune di Quaranti, Comune di Nizza Monferrato, Comune di Mombaruzzo, Comune di Canelli, Comune di Calamandrana

Enti Interessati
mostra/nascondi

Doc dolcetto d asti

News

Asti e la sua Barbera al Festival Collisioni
Si è chiusa la partecipazione della Barbera d’Asti al Progetto Vino, grazie al quale 50 giornalisti e operatori inter ...
continua »
Nizza è Barbera: è l'anno della
DAL 6 ALL’8 MAGGIO TRE GIORNI DI FESTA, INCONTRI, DEGUSTAZIONI, GASTRONOMIA E TANTI OSPITI A NIZZA MONFERRATO. GRAN FINALE C ...
continua »
Nizza è Barbera, accento sulla comunicazione della
DAL 6 ALL’8 MAGGIO TRE GIORNI DI FESTA, INCONTRI, DEGUSTAZIONI A NIZZA MONFERRATO. OSPITI PIERO SARDO, JONATHAN GEBSER, DAVI ...
continua »