Comune di Mozzagrogna

  • Telefono: 0872 60011
  • Fax: 0872 578583
  • Sitoweb: Mozzagrogna
  • Sede Amministrativa
    Piazza San Rocco 1 66030 Mozzagrogna (Chieti)

Origine del nome

In passato chiamato Villa Schiavona, il paese nasce dall'insediamento di profughi slavi giunti in zona nel XV sec. Il nome attuale gli deriva da una famiglia di Lanciano che nel 1505, insieme ad altri capi famiglia della villa travolta da una epidemia, decise di edificare una chiesa intitolata a S. Rocco intorno alla quale si costituì il primo nucleo della futura Mozzagrogna.

Il Territorio

  • Num. Abitanti: 2306
  • Altitudine: 223
  • Superficie: 14.10
  • Santo Patrono: San Rocco
  • Codice ISTAT: 69056
  • Codice Catastale: F785
  • Prefisso: 872
  • PEC: comune.mozzagrogna@halleycert.it
  • Zona Sismica: 3
  • Zona Climatica: D
  • Gradi Giorno: 1575
  • Dati forniti da Tuttitalia.it

Amministratore

Nome
Tommaso Schips


Storia

Il Comune di Mozzagrogna, posto sulla fascia collinare che affaccia sulla vallata del fiume Sangro, considerato anticamente come uno dei “luoghi di delizie dove le famiglie Anxanesi tenevano i di loro Casini di diporto con poderi ubertosi”, ha una storia, che pur nella semplicità dei suoi accadimenti, si rivela ricca ed interessante. Come per le altre ville del contado lancianese, l’origine dell’insediamento deve essere cercata in quel processo di allontanamento dai centri maggiori che si avviò con il diffondersi del cristianesimo. Tale fenomeno condusse infatti le genti contadine a costruire piccole casupole nei pressi delle Chiese che sul territorio andavano erigendosi e che, di fatto, come le mura di una città, assicuravano difesa e sicurezza. Nel tempo gli insediamenti, semplici nel loro costruito, andarono guadagnando una propria identità ed autonomia, fondata di fatto su elementi legati alla religiosità spesso sincreticamente vissuta. Sarà il terribile terremoto del 1456 ad arrestare questo processo ed a modificarne gli elementi identitari. Il terremoto infatti rese desolate le terre del contado frentano e di fatto si rivelò come la precondizione per l’insediamento di nuove genti provenienti dall’altra parte dell’Adriatico, ovvero gli Schiavoni, nome con cui venivano chiamati in realtà tutti gli abitanti della costa orientale dell’Adriatico. Molti storici locali fanno risalire l’arrivo degli schiavoni in queste terre agli anni nei quali in Albania Giorgio Castrista animava lotte cruente nell’intento di liberare i territori dai turchi. Proprio ad una famiglia Schiavona, quella dei Costantini, stabilitasi nei pressi della più antica Villa Santa Vittoria, odierna Villa Romagnoli, la storia riferisce l’origine del primo nucleo di Villa Pietra Costantina, ove in occasione di una violenta epidemia verrà edificata la Chiesa titolata a San Rocco. Le Ville rimasero lungamente assoggettate alla Città di Lanciano e proprio nel nome di una delle maggiori famiglie Lancianesi che verrà mutuato, in seguito, il nome di Villa Pietra Costantina in Villa Mozzagrogna. Sarà con la creazione del Catasto Onciario, che le Ville ottennero l’indipendenza amministrativa, la giurisdizione e il controllo sulle terre possedute dai Lancianesi, indipendenza che sarà definitivamente conseguita nel secolo XIX quando alcune di esse, verranno costituite come veri e propri comuni. Saranno gli accadimenti della Seconda Guerra Mondiale a consegnare le antiche Ville alla storia. Mozzagrogna e Villa Romagnoli furono infatti teatro di una delle battaglie più importanti della Secondo Conflitto: la Battaglia del Sangro che segnò la conquista, 1943, della Linea d’inverno, barriera ideale che i tedeschi consideravano strategicamente importante nelle operazioni destinate ad arginare la risalita della penisola degli Alleati. (fonte: www.comunemozzagrogna.it)

Feste

L'8 dicembre, in occasione della processione della statua della Madonna, sui balconi delle case vengono stese lenzuola bianche finemente decorate, le strade sono ricoperte di petali di rose, si accendono fuochi pirotecnici e falò. Tra le altre occasioni per una visita: la Processione di S. Sebastiano e degustazione di crispelle dolci di patate a gennaio, la Sagra del prosciutto a luglio, la Festa patronale di S. Rocco il giorno di Ferragosto, la Sagra dei dolci tipici locali e la Sagra di sagne e ceci in agosto.

Informazioni Turistiche

Distrutta varie volte nel corso della sua storia, non ha edifici anteriori al 1870. Tuttavia Villa Marcantonio, progettata dal grande architetto Coppedè, è di notevole interesse artistico, così come il Castello di Sette, fondato dai longobardi, danneggiato dai bombardamenti del 1943 e recentemente ricostruito. Qui passa il Percorso Mountain Bike del Sangro, che collega le riserve naturali di Serranella e Lecceta con la Via Verde Adriatica, il mulino idraulico a Paglieta e la Fonte di Sette.

Denominazioni collegate

Terre di Chieti

Terre di Chieti

Regione di riferimento: Abruzzo
Enoregione: ABRUZZO DI MONTAGNA, FASCIA ADRIATICA
Tipo denominazione : IGT
Enti Collegati
Comune di Villamagna, Comune di Tollo, Comune di San Martino sulla Marrucina, Comune di Rocca San Giovanni, Comune di Paglieta, Comune di Ortona, Comune di Orsogna, Comune di Mozzagrogna, Comune di Miglianico, Comune di Lanciano, Comune di Guardiagrele, Comune di Giuliano Teatino, Comune di Frisa, Comune di Fossacesia, Comune di Crecchio, Comune di Casalbordino, Comune di Canosa Sannita, Comune di Atessa, Comune di Arielli

Enti Interessati
mostra/nascondi

Terre di chieti

Trebbiano d'Abruzzo

Trebbiano d'Abruzzo

Regione di riferimento: Abruzzo
Enoregione: ABRUZZO DI MONTAGNA, COLLINE TERAMANE, FASCIA ADRIATICA
Tipo denominazione : DOC
Enti Collegati
Comune di Vittorito, Comune di Villamagna, Comune di Torano Nuovo, Comune di Tollo, Comune di San Martino sulla Marrucina, Comune di Rosciano, Comune di Rocca San Giovanni, Comune di Pratola Peligna, Comune di Pollutri, Comune di Paglieta, Comune di Ortona, Comune di Orsogna, Comune di Notaresco, Comune di Mozzagrogna, Comune di Miglianico, Comune di Loreto Aprutino, Comune di Lanciano, Comune di Guardiagrele, Comune di Giuliano Teatino, Comune di Frisa, Comune di Fossacesia, Comune di Crecchio, Comune di Corropoli, Comune di Controguerra, Comune di Colonnella, Comune di Collecorvino, Comune di Città Sant'Angelo, Comune di Casalbordino, Comune di Canosa Sannita, Comune di Atessa, Comune di Arielli

Enti Interessati
mostra/nascondi

Doc trebbiano d abruzzo

Montepulciano d'Abruzzo

Montepulciano d'Abruzzo

Regione di riferimento: Abruzzo
Enoregione: ABRUZZO DI MONTAGNA, COLLINE TERAMANE, FASCIA ADRIATICA,
Tipo denominazione : DOC
Enti Collegati
Comune di Vittorito, Comune di Villamagna, Comune di Torano Nuovo, Comune di Tollo, Comune di San Martino sulla Marrucina, Comune di Rosciano, Comune di Rocca San Giovanni, Comune di Pratola Peligna, Comune di Pollutri, Comune di Paglieta, Comune di Ortona, Comune di Orsogna, Comune di Notaresco, Comune di Mozzagrogna, Comune di Miglianico, Comune di Loreto Aprutino, Comune di Lanciano, Comune di Guardiagrele, Comune di Giuliano Teatino, Comune di Frisa, Comune di Fossacesia, Comune di Crecchio, Comune di Corropoli, Comune di Controguerra, Comune di Colonnella, Comune di Collecorvino, Comune di Città Sant'Angelo, Comune di Casalbordino, Comune di Canosa Sannita, Comune di Atessa, Comune di Arielli

Enti Interessati
mostra/nascondi

Doc montepulciano d abruzzo

Cerasuolo d'Abruzzo

Cerasuolo d'Abruzzo

Regione di riferimento: Abruzzo
Enoregione: ABRUZZO DI MONTAGNA, COLLINE TERAMANE, FASCIA ADRIATICA
Tipo denominazione : DOC
Enti Collegati
Comune di Vittorito, Comune di Villamagna, Comune di Torano Nuovo, Comune di Tollo, Comune di San Martino sulla Marrucina, Comune di Rosciano, Comune di Rocca San Giovanni, Comune di Pratola Peligna, Comune di Pollutri, Comune di Paglieta, Comune di Ortona, Comune di Orsogna, Comune di Notaresco, Comune di Mozzagrogna, Comune di Miglianico, Comune di Loreto Aprutino, Comune di Lanciano, Comune di Guardiagrele, Comune di Giuliano Teatino, Comune di Frisa, Comune di Fossacesia, Comune di Crecchio, Comune di Corropoli, Comune di Controguerra, Comune di Colonnella, Comune di Collecorvino, Comune di Città Sant'Angelo, Comune di Canosa Sannita, Comune di Atessa, Comune di Arielli

Enti Interessati
mostra/nascondi

Doc cerasuolo d abruzzo

Abruzzo

Abruzzo

Regione di riferimento: Abruzzo
Enoregione: ABRUZZO DI MONTAGNA, COLLINE TERAMANE, FASCIA ADRIATICA
Tipo denominazione : DOC
Enti Collegati
Comune di Vittorito, Comune di Villamagna, Comune di Torano Nuovo, Comune di Tollo, Comune di San Martino sulla Marrucina, Comune di Rosciano, Comune di Rocca San Giovanni, Comune di Pratola Peligna, Comune di Pollutri, Comune di Paglieta, Comune di Ortona, Comune di Orsogna, Comune di Notaresco, Comune di Mozzagrogna, Comune di Miglianico, Comune di Loreto Aprutino, Comune di Lanciano, Comune di Guardiagrele, Comune di Giuliano Teatino, Comune di Frisa, Comune di Fossacesia, Comune di Crecchio, Comune di Corropoli, Comune di Controguerra, Comune di Colonnella, Comune di Collecorvino, Comune di Città Sant'Angelo, Comune di Casalbordino, Comune di Canosa Sannita, Comune di Atessa, Comune di Arielli

Enti Interessati
mostra/nascondi

Doc abruzz

Colline Frentane

Colline Frentane

Regione di riferimento: Abruzzo
Enoregione: FASCIA ADRIATICA
Tipo denominazione : IGT
Enti Collegati
Comune di Rocca San Giovanni, Comune di Paglieta, Comune di Mozzagrogna, Comune di Lanciano, Comune di Frisa, Comune di Fossacesia, Comune di Atessa

Enti Interessati
mostra/nascondi

Colline frentane

Colli del Sangro

Colli del Sangro

Regione di riferimento: Abruzzo
Enoregione: FASCIA ADRIATICA
Tipo denominazione : IGT
Enti Collegati
Comune di Paglieta, Comune di Mozzagrogna, Comune di Fossacesia, Comune di Atessa

Enti Interessati
mostra/nascondi

Colli del sangro

News

Calici di Stelle a Mozzagrogna, percorso itinerante
A Mozzagrogna (Chieti), serata arricchita da musica e spettacoli con percorso itinerante nelle borgate del centro storico, il ...
continua »