Comune di Genzano di Roma

  • Telefono: 06 937111
  • Fax: 06 9364816
  • Sitoweb: Genzano di Roma
  • Sede Amministrativa
    Via Italo Belardi 81 45 Genzano di Roma (Roma)

Origine del nome

Il Castrum fondato dai monaci fu detto Gentianum dal nome della famiglia consolare dei Genziani dell’antico possessore ovvero, secondo latri, dall’appellativo Cynthianum del tempio sacro a Diana o Cynthia, tempio che sorgeva nei boschi situati sul poggio dove oggi insiste l’abitato di Genzano. 

Il Territorio

  • Num. Abitanti: 23856
  • Altitudine: 435
  • Superficie: 17.90
  • Santo Patrono: San Tommaso da Villanova
  • Codice ISTAT: 58043
  • Codice Catastale: D972
  • Prefisso: 6
  • PEC: protocollo@comunegenzanodiromapec.it
  • Zona Sismica: 2B
  • Zona Climatica: D
  • Gradi Giorno: 1982
  • Dati forniti da Tuttitalia.it

Amministratore

Nome
Daniele Lorenzon


Storia

Genzano dell’Infiorata, così ribattezzata dal poeta Mario Dell’Arco, dispiega a ventaglio il suo abitato sul ciglio di un altopiano lavico, dominante su un lato la pianura verso il mare e sull’altro il cratere di origine vulcanica del Lago di Nemi. Parte integrante dei Castelli Romani, luogo dal clima favorevole, è circondato da bellezze naturali descritte più volte dagli artisti in occasione del loro Grand Tour d’Italie. Per avere le prime notizie sulla sua esistenza si deve risalire al XII secolo, quando viene nominato prima un fundum Genzani, poi un castrum Genzani, ovvero un nucleo di case disposte intorno all’originaria Chiesa di Santa Maria della Cima, secondo il consueto schema aggregativo medioevale della domus culta all’interno di un arcigno recinto fortificato. Le “antiche” mura urbane, realizzate a partire dall’epoca dei Cistercensi, si sviluppano lungo due lati dell’approssimativo triangolo formato dal borgo originario. Sul terzo lato, invece, - verso il lago - è ipotizzabile che vi sia stato un recinto meno imponente, considerata la migliore difendibilità dell’insediamento lungo quel versante a causa dello strapiombo. La località, dove nel XII secolo era stata eretta una torre dai Gandolfi, signori di Castel Gandolfo, venne data in possesso da Papa Lucio III nel 1183 ai monaci cistercensi di Sant’Anastasio - dell’Abbazia delle Tre Fontane - che, nel 1235, vi edificarono un grande castello fortificato attorno al quale crebbe poi lentamente il paese. Solo nel 1427 il pontefice Martino V permise ai monaci cistercensi di vendere ai principi Colonna il Castello di Genzano. Fu così che il 26 settembre 1563, Marcantonio Colonna - trionfatore sui turchi - vendette per 15.200 scudi il Castrum Ienzani a Fabrizio de’ Massimi, il quale a sua volta lo cedette l’anno seguente, per la stessa cifra, al Marchese di Civita Nova, Giuliano I Cesarini. Da allora Genzano si sviluppò sotto il dominio dei Cesarini e quindi degli Sforza, loro eredi e successori. A queste due famiglie si deve il particolare assetto urbanistico di Genzano, caratterizzato da un duplice sistema di trangolazioni: il tridente olmato del XVII secolo ed il tridente edificato della prima metà del XVII secolo e l’inizio del XVIII secolo. Le olmate, viali fiancheggiati da alberi secolari, danno fin dall’ingresso alla città il benvenuto al turista che giunge da Roma. (Fonte: www.comune.genzanodiroma.roma.it)

Feste

Di grande suggestione e antica tradizione è l’Infiorata, nata nel 1778 in occasione della festa del Corpus Domini: i suoi meravigliosi tappeti di petali riproducono quadri di grandi artisti sul selciato della storica via Livia (circa 2.000 mq) utilizzando essenze vegetali e oltre 350mila fiori. Da non perdere anche la Festa del vino novello a novembre, e, a settembre, quella del pane casareccio (il primo pane a marchio igp), che deve la sua bontà alla qualità dei cereali, all’acqua e all’aria di Genzano che lo produce da oltre 300 anni.

Informazioni Turistiche

Da vedere, tra i tanti monumenti e luoghi interessanti, il seicentesco Palazzo Sforza Cesarini (che dal 2015 ospita la sede legale dell'Associazione nazionale delle Città del Vino), la Chiesa di S.Maria della Cima (XVII sec.), il Museo delle Navi Romane, che raccoglie perlopiù quelle risalenti all'epoca di Caligola, e la Villa degli Antonini. 

Denominazioni collegate

Lazio

Lazio

Regione di riferimento: Lazio
Enoregione: ALTO FRUSINATE, CASTELLI ROMANI, COSTA TIRRENICA DEL BASSO LAZIO, ETRURIA VITERBESE, TERRE DEL CESANESE E CIOCIARIA, TEVERE SETTENTRIONALE
Tipo denominazione : IGT
Enti Collegati
Comune di Zagarolo, Comune di Serrone, Comune di Roma Capitale, Comune di Piglio, Comune di Olevano Romano, Comune di Nemi, Comune di Monte Porzio Catone, Comune di Marino, Comune di Lanuvio, Comune di Genzano di Roma, Comune di Genazzano, Comune di Frascati, Comune di Colonna, Comune di Castiglione in Teverina, Comune di Anagni

Enti Interessati
mostra/nascondi

Lazio

Colli Lanuvini

Colli Lanuvini

Regione di riferimento: Lazio
Enoregione: CASTELLI ROMANI
Tipo denominazione : DOC
Enti Collegati
Comune di Lanuvio, Comune di Genzano di Roma

Enti Interessati
mostra/nascondi

Doc colli lanuvini

Roma

Roma

Regione di riferimento: Lazio
Enoregione: CASTELLI ROMANI, COSTA TIRRENICA DEL BASSO LAZIO, ETRURIA VITERBESE, TERRE DEL CESANESE E CIOCIARIA, TEVERE SETTENTRIONALE
Tipo denominazione : DOC
Enti Collegati
Comune di Zagarolo, Comune di Roma Capitale, Comune di Olevano Romano, Comune di Nemi, Comune di Monte Porzio Catone, Comune di Marino, Comune di Lanuvio, Comune di Genzano di Roma, Comune di Genazzano, Comune di Frascati, Comune di Colonna

Enti Interessati
mostra/nascondi

Doc roma

Castelli Romani

Castelli Romani

Regione di riferimento: Lazio
Enoregione: CASTELLI ROMANI
Tipo denominazione : DOC
Enti Collegati
Comune di Zagarolo, Comune di Roma Capitale, Comune di Nemi, Comune di Monte Porzio Catone, Comune di Marino, Comune di Lanuvio, Comune di Genzano di Roma, Comune di Frascati, Comune di Colonna

Enti Interessati
mostra/nascondi

Doc castelli romani

News

Tradizionale Infiorata di Genzano di Roma
E’ arrivata alla sua 239° edizione la Tradizionale Infiorata di Genzano di Roma, uno straordinario appuntamento che si s ...
continua »
Infiorata speciale per le Città del Vino
Inaugurata ai Castelli Romani la nuova sede legale e di rappresentanza dell’Associazione, a Palazzo Sforza Cesarini, che ...
continua »
Città del Vino che volano: l'Associazione s'interroga su rappresentanza e rappresentatività
"Città del Vino che volano: vino e politica, tra rappresentazione e rappresentanza", questo il tema del convegno che ...
continua »