Comune di Chiopris Viscone

  • Telefono: 0432991004
  • Fax: 0432991210
  • Sitoweb: Chiopris Viscone
  • Sede Amministrativa
    Via Roma, 2 33048 Chiopris Viscone (Udine)

Origine del nome

Chiopris fu menzionato per la prima volta nel 1230 ed il toponimo deriverebbe dal personale germanico longobardo "Teuprecht" o "Teopricht".

Il Territorio

  • Num. Abitanti: 649
  • Altitudine: 33
  • Superficie: 9,21 km²
  • Santo Patrono: San Michele Arcangelo
  • Codice ISTAT: 030024
  • Codice Catastale: C641
  • Prefisso: 0432
  • PEC: comune.chioprisviscone@certgov.fvg.it
  • Zona Sismica: 3
  • Zona Climatica: E
  • Gradi Giorno: 2.295
  • Densita: 70,48 ab./km²
  • Dati forniti da Tuttitalia.it

Amministratore

Nome
Raffaella Perussin


Storia

La prima attestazione storica del nome di Chiopris risale all'anno 1230; il toponimo parrebbe derivare dal personale germanico "Teuprecht" o "Teopricht" e, probabilmente, il primo insediamento è di epoca longobarda; la chiesa parrocchiale, infatti, dedicata a San Mighele Arcangelo, figura di santo cara a quel popolo di guerrieri, ed alcuni toponimi depongono a favore di questa ipotesi.
Del periodo medievale sappiamo dal "Tesaurus Ecclesiae Aquilejensis" che il conte d'Arcano, appartenente ad una delle più illustri casate friulane ma di origine bavarese, ricevette in feudo dal Patriarca d'Aquileia un manso, cioè 25 campi, nella Villa di "Teupris" ovvero Chiopris. Attorno alla chiesa, che pare di risalire a prima del Trecento, si sarebbe raccolto il primo nucleo della popolazione e propriamente nella "Zenta", cioè il borgo fortificato.
Chiopris ebbe una parte importante nella "Guerra di Gradisca", giacchè attorno alla "Zenta" il generale arciducale Marades condusse un'aspra quanto vana battaglia contro le cernide friulane che la difendevano.

Per Viscone, o più correttamente, Viscon di Torre le notizie sono più scarne: viene nominato per la prima volta in un documento dell'anno 1020 dove si parla di una "villa que vocatur Viscon"; il nome è sicuramente di origine slava anche se permangono ancora dubbi sull'etimologia. L'abitato è sorto nei pressi di un'importante via di comunicazione romana che da Aquileia portava a Cividale del Friuli, non lontano dal guado sul Torrente Torre, che ancora oggi viene indicata con il nome di "Strade Dolee" (Strada di Aquileia).

Terra di confine in tutti i sensi il Comune di Chipris Viscone, cos come altri nella zona, ebbe a vivere alterne vicende; Chiopris appartenne quasi ininterrotamente ai Conti di Gorizia prima ed alla casa d'Austria poi; Viscone invece fu trattato come merce di scambio dai vari "padroni" di turno, ora veneziano ora arciducale.
Il continuo mutare della linea di confine portà l'affermarsi di un'intensa attività di contrabbando che permetteva alle popolazioni locali di integrare le magre risorse di un'agricoltura di sussistenza. La perfetta conoscenza del territorio e le astuzie dei "contadini contrabbandieri" erano tali che perfino il grande Napoleone Bonaparte vi ricorse, con ben altri fini. Dimenticato il Corso, le due "ville" di Chiopris e Viscone vennero unificate in un'unica entità comunale nel 1815, con il Congresso diVienna. Il Comune fu territorio asburgico fino al 1918; fece parte della Provincia di Gorizia fino al 1923 mentre ora appartiene alla Provincia di Udine.

....

L'economia prettamente rurale di un tempo si è notevolmente trasformata: gli addetti in agricoltura sono ormai una minoranza; molti tra gli abitanti trovano occupazione nelle numerose aziende artigiane, industriali e di servizi del "Distretto della Sedia" di cui il Comune fa parte. Ciò nonostante, la campagna è intensamente coltivata e dove sino a tempi relativamente recenti vi erano prati e boschi di querce ora prosperano ordinati vigneti e frutteti. I terreni ghiaioso-argillosi di origine alluvionale sono ideali per la coltivazione della vite e conferiscono profumo ai vini bianchi e corpo a quelli rossi.
Da ricordare che sopravvivono ancora delle vecchissime piante di varietà d'uve autoctone meritevoli di essere salvate dall'oblio, non tanto per le caratteristiche organolettiche del prodotto quanto per una questione di diversità genetica e di ricchezza culturale, alla pari delle antiche varietà di frutta che resistono negli orti familiari.
Una ristretta fascia di terreni limoso-sabbiosi, prossima al torrente Torre a valle di Viscone, consente la produzione, piuttosto limitata, di ottimi asparagi.

Feste

Da oltre due secoli a Chiopris ha luogo la processione della Madonna Addolorata che si svolge nel mese di settembre: la statua della Madonna viene portata a spalle lungo le vie del paese. A Viscone analoga manifestazione si svolge in agosto per festeggiare l'Assunzione di Maria.

Il 31 ottobre si svolge a Chiopris la Vilie dai sants (in italiano Vigilia dei Santi), evento di origine celtica tramandato nel corso dei secoli di generazione in generazione, che consiste nell'esporre lungo le vie del paese zucche intagliate ed illuminate da ceri. Negli ultimi anni l'evento ha assunto sempre più una valenza artistica, rendendolo molto seguito a livello regionale.

Informazioni Turistiche

I due paesi hanno conservato il loro carattere rurale e all'occhio del visitatore si offrono interessanti esempi di architettura spontanea tipica della pianura friulana, con i portali sul fronte strada e le case a corte.
Di semplice fattura, con facciata a capanna, timpanata, percorsa a metà da un cornicione orizzontale sopra il quale è impostato un doppio lunettone cieco (ricordo dei lavori effettuati nel XIX secolo per ammodernare l'edificio), la Parrocchiale di Chiopris conserva qualche opera meritevole di essere salvata dall'oblio.
L'altare maggiore, del 1696, è del goriziano Leonardo Pacassi, e porta sopra il tabernacolo un ciborio di Pietro Tonini di Udine (1845); ai lati, le statue dei Ss. Sebastiano e Rocco che, sia per il materiale adoperato (pietra grigia), sia per l'eccessiva robustezza dell'impianto, non paiono di mano del Pacassi. L'altare contiene una pala nella quale è raffigurato S. Michele Arcangelo che sconfigge il demonio: è opera "modesta ma impegnativa", come è stata giudicata, firmata dal pittore francese (ma abitante a Palmanova) Pietro Bainville (1674-ca. 1749).
Alla stessa mano pare appartenere la pala d'altare con i Ss. Nicola e Antonio abate; piacevole e interessante, anche per qualche particolarità iconografica, la pala del Rosario, con i quindici Misteri dipinti a far da corona alla Vergine tra nubi adorata da S. Chiara e da S. Domenico. A mano modesta appartiene il dipinto con i Santi Francesco, Lorenzo, Bellino (secolo XVIII). Gli affreschi sono di Giulio Justulin, 1911.
Infine due quadretti tipo ex voto dell'udinese Valentino Marani, pittore e restauratore, raffiguranti S. Francesco Saverio e S. Nothburga di Eben, dipinto quest'ultimo dall'iconografia inconsueta. La leggenda dice che la Santa, cuoca di un nobile, donava ai poveri quanto avanzava dalla mensa dei signori. Si mise al servizio di un contadino con l'accordo di lasciare il lavoro servile al sabato all'ora dei vespri. Una vigilia, in tempo di mietitura, il contadino insisteva perché Noihburga continuasse il lavoro, ma la Santa invocato Dio come arbitro, gettò in aria la falce che rimase sospesa confondendo così il contadino.

A Viscone la Chiesa di S. Zenone, che deve la sua attuale struttura alla risistemazione del 1861-65, ha un altare maggiore dello scultore gradiscano G. B. Novelli (1879-1965), con la statua di S. Giovanni Nepomuceno del 1765 e di S. Zenone del 1890-91. Nel soffitto dell'abside, decorazione (Dottori della Chiesa) di Giulio Justulin di Cavenzano (inizio XX secolo); nel soffitto della navata, bell'affresco di Lorenzo Bianchini (1870 circa), raffigurante la Madonna Immacolata adorata dai Santi Antonio abate, Zenone, Giovanni Battista e Giovanni Nepomuceno; Eterno Padre e angeli chiudono la composizione.
Nella chiesetta di S. Maria di Strada pregevoli stucchi barocchi di scuola veneziana.

Denominazioni collegate

Friuli-Grave

Friuli-Grave

Regione di riferimento: Friuli Venezia Giulia
Enoregione: GRAVE DEL FRIULI, PIANURA FRIULANA
Tipo denominazione : DOC
Enti Collegati
Comune di Trivignano Udinese, Comune di San Giovanni al Natisone, Comune di San Giorgio della Richinvelda, Comune di Premariacco, Comune di Manzano, Comune di Corno di Rosazzo, Comune di Cividale del Friuli, Comune di Chiopris Viscone, Comune di Casarsa della Delizia, Comune di Camino al Tagliamento, Comune di Buttrio, Comune di Bertiolo

Enti Interessati
mostra/nascondi

Doc friuli grave

Friuli-Aquileia

Friuli-Aquileia

Regione di riferimento: Friuli Venezia Giulia
Enoregione: PIANURA FRIULANA
Tipo denominazione : DOC
Enti Collegati
Comune di Trivignano Udinese, Comune di Chiopris Viscone, Comune di Aquileia

Enti Interessati
mostra/nascondi

Doc friuli aquileia

Venezia Giulia

Venezia Giulia

Regione di riferimento: Friuli Venezia Giulia
Enoregione: CARSO TRIESTINO, COLLI ORIENTALI FRIULANI, GRAVE DEL FRIULI, PIANURA FRIULANA
Tipo denominazione : IGT
Enti Collegati
Comune di Trivignano Udinese, Comune di Torreano, Comune di San Giovanni al Natisone, Comune di San Giorgio della Richinvelda, Comune di San Floriano del Collio, Comune di Prepotto, Comune di Premariacco, Comune di Nimis, Comune di Manzano, Comune di Latisana, Comune di Gorizia, Comune di Duino Aurisina, Comune di Dolegna del Collio, Comune di Corno di Rosazzo, Comune di Cormons, Comune di Cividale del Friuli, Comune di Chiopris Viscone, Comune di Casarsa della Delizia, Comune di Capriva del Friuli, Comune di Camino al Tagliamento, Comune di Buttrio, Comune di Bertiolo, Comune di Aquileia

Enti Interessati
mostra/nascondi

Venezia giulia

delle Venezie

delle Venezie

Regione di riferimento: Friuli Venezia Giulia
Enoregione: CARSO TRIESTINO, COLLI ORIENTALI FRIULANI, GRAVE DEL FRIULI, PIANURA FRIULANA,
Tipo denominazione : IGT
Enti Collegati
Comune di Valdobbiadene, Comune di Torreano, Comune di San Giovanni al Natisone, Comune di San Giorgio della Richinvelda, Comune di San Floriano del Collio, Comune di Prepotto, Comune di Premariacco, Comune di Nimis, Comune di Manzano, Comune di Latisana, Comune di Gorizia, Comune di Duino Aurisina, Comune di Dolegna del Collio, Comune di Corno di Rosazzo, Comune di Cormons, Comune di Cividale del Friuli, Comune di Chiopris Viscone, Comune di Casarsa della Delizia, Comune di Capriva del Friuli, Comune di Camino al Tagliamento, Comune di Buttrio, Comune di Besenello, Comune di Bertiolo

Enti Interessati
mostra/nascondi

Delle venezie

News

In Georgia le più antiche tracce di vinificazione
Per approcciare in modo efficace la storia della vite occorre riportarsi a 60 milioni di anni fa, nel caldissimo Eocene, che vide ...
continua »
Assemblea Città del Vino del Veneto
Assemblea Regionale Città del Vino del Veneto 24 novembre 2017, Municipio Città di Portogruaro L'Associazione Nazio ...
continua »
La festa dell'olio e del vino novello
E’ da poco diventata maggiorenne la Festa dell’Olio e del Vino novello di Vignanello, nella Tuscia viterbese, e, dopo ...
continua »