Comune di Castagnole delle Lanze

  • Telefono: 0141 875600
  • Fax: 0141 875643
  • Sitoweb: Castagnole delle Lanze
  • Sede Amministrativa
    Via Ruscone 9 14054 Castagnole delle Lanze (Asti)

Il Territorio

  • Num. Abitanti: 3765
  • Altitudine: 271
  • Superficie: 21.57
  • Santo Patrono: San Pietro
  • Codice ISTAT: 5022
  • Codice Catastale: C049
  • Prefisso: 141
  • PEC: comune.castagnoledellelanze@professionalpec.it
  • Zona Sismica: 4
  • Zona Climatica: E
  • Gradi Giorno: 2522
  • Dati forniti da Tuttitalia.it

Amministratore

Nome
Calogero Mancuso


Storia

In epoca romana, nei luoghi ove sorge il comune di Castagnole delle Lanze passava una diramazione della via Emilia che collegava Acqui a Pollenzo (Pollentia),come dimostrato dagli scavi effettuati agli inizi del Novecento. Nel Medioevo le carte del Codex Astensis collocano Castagnole tra le terre appartenenti ai conti di Loreto. Fra questi, chi ebbe maggiori relazioni con la comunità di Castagnole fu probabilmente Manfredo I, dal 1190 marchese di Busca e conte di Loreto. Il marchese inaugurò la dinastia dei Lancia dall'appellativo che si era guadagnato avendo servito come lancifero, in gioventù, presso la corte di Federico Barbarossa. L'accostamento tra la dinastia dei Lancia e l'attributo "delle Lanze" (delle Lance) è doveroso, in quanto Castagnole è l'unico comune piemontese a potersi fregiare di una tale denominazione. Sempre dal Codex Astensis è possibile ipotizzare che a Castagnole Lanze sorgesse un castello medievale come dimora del conte; il castello fu probabilmente abbattuto nel 1255 con la caduta del contado di Loreto. … A partire dal XIII sec. Castagnole entrò a far parte dei domini del Comune di Asti, seguendone poi per sempre la storia, le vicissitudini e gli assoggettamenti alle diverse signorie che lo controllarono. ... Da notare che dalla fine del XIV fino agli inizi del XVII secolo, Castagnole Lanze fece parte del Capitaneato d'Astesana, e come tale non fu mai infeudato, ma sottoposto al diretto dominio del governatore di Asti. Nello stesso periodo il paese fu fortificato da una robusta cinta di mura dotata di torrioni cilindrici, della quale purtroppo restano pochissime tracce. Dopo alterne vicende il territorio passò, nel 1573, a Emanuele Filiberto di Savoia. Da questo momento il comune viene assoggettato a due signorie: da un lato il feudo degli Asinari e dall'altro la signoria della famiglia di Catalano Alfieri, signore di Magliano e di Castagnole. Agli Alfieri subentrarono nel 1797 i conti Birago di Borgaro Torinese (che presero il nome di Birago-Alfieri), agli Asinari invece, per investitura ereditaria, i Marchesi Carron di Saint Thomas, la cui signoria si esaurì nel 1836. Con i marchesi di Saint Thomas e con la famiglia Birago-Alfieri cessò in Castagnole delle Lanze ogni residuo di dominazione feudale, e dal 1850 il comune seguì i destini di casa Savoia e poi del Regno d'Italia. A partire dalla fine dell'800 Castagnole ebbe un grande sviluppo dell'industria vitivinicola, con l'apertura di diverse aziende che ben presto diventarono leader nella produzione di vermouth e spumanti. (fonte: www.comune.castagnoledellelanze.at.it)

Feste

Durante i festeggiamenti estivi nella frazione di San Bartolomeo, dal 1967 si esibisce, quasi ininterrottamente, il gruppo musicale dei Nomadi in occasione del Festival Contro che vede un raduno speciale del fan club della band e la partecipazione anche di molti altri cantanti del panorama musicale italiano.

Informazioni Turistiche

Per visitare il borgo, caratterizzato dalla pavimentazione in cemento e pietra del fiume Tanaro (detta “sternia”), si parte da piazza Giovannone da dove si intravvedono le tre punte dei campanili delle Chiese di San Pietro e dei Battuti e della Torre. Sul lato nord, opera della pittrice Gabriella Piccato, la reinterpretazione della “Madonna della misericordia”. Percorrendo via Bettica troviamo sulla destra i portici, formati da 13 arcate su solide colonne di sostegno e dipinti dall’artista Vincenzo Piccato con i colori delle stagioni, della vite e del vino. Sulla sinistra un murales del pittore Beppe Gallo propone uno scorcio del tipico territorio castagnolese. Proseguendo si raggiunge piazza Marconi dominata dalla monumentale chiesa parrocchiale di San Pietro in stile barocco ligure-piemontese ad eccezione della facciata novecentesca. All'interno l'altare maggiore con presbiterio e balaustra in marmo voluto dal Conte Carlo Giacinto Alfieri, alcuni affreschi ed una decorazione in stucco ed oro di straordinaria bellezza. Poco distante, sulla piazza Balbo che ospitava l'antico gioco alla "pantalera", la chiesa della confraternita dei Battuti Bianchi, costruita nel 1668 e oggi adibita ad eventi culturali. La facciata, chiara e con decorazioni in stucco, presenta lo splendido medaglione dell’affresco della nascita di San Giovanni Battista. Sul lato sinistro si percorre via Auberti, con case rurali originarie del 1700, ristrutturate rispettando le caratteristiche di origine. Salendo i gradini si arriva al parco della Rimembranza con la torre panoramica edificata nella seconda metà del XIX sec. dal conte di San Robert che se ne serviva come osservatorio astronomico e dalla quale è possibile ammirare uno splendido panorama a 360° che abbraccia tutto l’arco alpino dal Monte Rosa alle Alpi Marittime, dalle colline del Monferrato a quelle di Langa fino all’ Appennino Ligure. Dal 2012 parco e torre ospitano un percorso museale dedicato agli studi del conte, precursore di teorie moderne nei campi della balistica, artiglieria, meccanica, ipsometria, termodinamica, botanica ed entomologia. Proseguendo per via Ruscone fino al Palazzo Comunale, si fanno notare, per la loro architettura, alcune ville settecentesche tra le quali villa Alfieri, anticamente di proprietà della famiglia dello scrittore. Per finire, sosta alla bottega del vino dove degustare i migliori vini locali. Situato tra Langa e Monferrato (l'area comunale non confina con il Monferrato, ma fa parte del territorio dell'Astesana mentre le parrocchie appartengono alla diocesi di Alba), all'interno della area oggi Patrimonio UNESCO, il paese vanta dal 2010 un'iniziativa unica nel suo genere in Italia, "Adotta un filare", che consente di adottare 10 mt di filari di vitigno Barbera d'Asti ricevendo in cambio 10 bottiglie di vino "Lanze" prodotto direttamente dal Comune, con etichetta personalizzata da nome e cognome dell'adottante, numero del filare e nome della vigna. Nel 1886 Castagnole ha dato i natali ad uno dei più importanti personaggi del mondo del vino italiano, Giovanni Dalmasso, le cui ricerche sulla vite hanno contribuito agli studi sul miglioramento genetico con un vasto programma di incroci volti alla creazione di "nuove" cultivar di uva da vino e da tavola.

Denominazioni collegate

Piemonte

Piemonte

Regione di riferimento: Piemonte
Enoregione: ALTO MONFERRATO, TERRE DEL GAVI E TERRE DEL MOSCATO, BASSO MONFERRATO E COLLINE TORINESI, CANAVESE, COLLINE NOVARESI, LANGHE E ROERO, TORTONESE, PINEROLESE E VAL DI SUSA
Tipo denominazione : DOC
Enti Collegati
Comune di Villa del Bosco, Comune di Vigliano Biellese, Comune di Verduno, Comune di Treiso, Comune di Suno, Comune di Strevi, Comune di Sizzano, Comune di Romagnano Sesia, Comune di Rocchetta Tanaro, Comune di Roasio, Comune di Quaranti, Comune di Ovada, Comune di Novi Ligure, Comune di Nizza Monferrato, Comune di Neviglie, Comune di Monteu Roero, Comune di Montelupo Albese, Comune di Montegrosso d'Asti, Comune di Monleale, Comune di Moncalvo, Comune di Mombaruzzo, Comune di Moasca, Comune di Mezzomerico, Comune di Maggiora, Comune di La Morra, Comune di Isola d'Asti, Comune di Guarene, Comune di Ghemme, Comune di Gavi, Comune di Gattinara, Comune di Fara Novarese, Comune di Dogliani, Comune di Costigliole d'Asti, Comune di Cocconato, Comune di Castelletto d'Orba, Comune di Castagnole delle Lanze, Comune di Carema, Comune di Canelli, Comune di Caluso, Comune di Calamandrana, Comune di Brusnengo, Comune di Briona, Comune di Bogogno, Comune di Boca, Comune di Barolo, Comune di Barbaresco, Comune di Asti, Comune di Alice Bel Colle, Comune di Albugnano, Comune di Alba, Comune di Agliano Terme, Comune di Serralunga d'Alba

Enti Interessati
mostra/nascondi

Doc piemont

Asti

Asti

Regione di riferimento: Piemonte
Enoregione: ALTO MONFERRATO, TERRE DEL GAVI E TERRE DEL MOSCATO, BASSO MONFERRATO E COLLINE TORINESI, LANGHE E ROERO
Tipo denominazione : DOCG
Enti Collegati
Comune di Verduno, Comune di Treiso, Comune di Strevi, Comune di Quaranti, Comune di Nizza Monferrato, Comune di Neviglie, Comune di Mombaruzzo, Comune di Moasca, Comune di Costigliole d'Asti, Comune di Castagnole delle Lanze, Comune di Canelli, Comune di Calosso, Comune di Calamandrana, Comune di Asti, Comune di Alice Bel Colle, Comune di Alba, Comune di Serralunga d'Alba

Enti Interessati
mostra/nascondi

Docg asti

Barbera d'Asti

Barbera d'Asti

Regione di riferimento: Piemonte
Enoregione: ALTO MONFERRATO, TERRE DEL GAVI E TERRE DEL MOSCATO, BASSO MONFERRATO E COLLINE TORINESI
Tipo denominazione : DOCG
Enti Collegati
Comune di Strevi, Comune di Rocchetta Tanaro, Comune di Quaranti, Comune di Nizza Monferrato, Comune di Montegrosso d'Asti, Comune di Moncalvo, Comune di Mombaruzzo, Comune di Moasca, Comune di Costigliole d'Asti, Comune di Cocconato, Comune di Castagnole delle Lanze, Comune di Canelli, Comune di Calosso, Comune di Calamandrana, Comune di Asti, Comune di Alice Bel Colle, Comune di Albugnano, Comune di Agliano Terme

Enti Interessati
mostra/nascondi

Docg barbera d asti

Barbera del Monferrato Superiore

Barbera del Monferrato Superiore

Regione di riferimento: Piemonte
Enoregione: ALTO MONFERRATO, TERRE DEL GAVI E TERRE DEL MOSCATO, BASSO MONFERRATO E COLLINE TORINESI
Tipo denominazione : DOCG
Enti Collegati
Comune di Strevi, Comune di San Damiano d'Asti, Comune di Rocchetta Tanaro, Comune di Quaranti, Comune di Ovada, Comune di Nizza Monferrato, Comune di Montegrosso d'Asti, Comune di Moncalvo, Comune di Mombaruzzo, Comune di Moasca, Comune di Costigliole d'Asti, Comune di Cortiglione, Comune di Cocconato, Comune di Castelletto d'Orba, Comune di Castagnole delle Lanze, Comune di Canelli, Comune di Calosso, Comune di Calamandrana, Comune di Alice Bel Colle, Comune di Albugnano, Comune di Agliano Terme

Enti Interessati
mostra/nascondi

Docg barbera del monferrato superiore

Barbera del Monferrato

Barbera del Monferrato

Regione di riferimento: Piemonte
Enoregione: ALTO MONFERRATO, TERRE DEL GAVI E TERRE DEL MOSCATO, BASSO MONFERRATO E COLLINE TORINESI
Tipo denominazione : DOC
Enti Collegati
Comune di San Damiano d'Asti, Comune di Rocchetta Tanaro, Comune di Quaranti, Comune di Ovada, Comune di Nizza Monferrato, Comune di Montegrosso d'Asti, Comune di Moncalvo, Comune di Mombaruzzo, Comune di Moasca, Comune di Costigliole d'Asti, Comune di Cortiglione, Comune di Cocconato, Comune di Castelletto d'Orba, Comune di Castagnole delle Lanze, Comune di Canelli, Comune di Calosso, Comune di Calamandrana, Comune di Alice Bel Colle, Comune di Albugnano, Comune di Agliano Terme, Comune di Strevi

Enti Interessati
mostra/nascondi

Doc barbera del monferrato

Freisa d'Asti

Freisa d'Asti

Regione di riferimento: Piemonte
Enoregione: ALTO MONFERRATO, TERRE DEL GAVI E TERRE DEL MOSCATO, BASSO MONFERRATO E COLLINE TORINESI
Tipo denominazione : DOC
Enti Collegati
Comune di San Damiano d'Asti, Comune di Rocchetta Tanaro, Comune di Quaranti, Comune di Nizza Monferrato, Comune di Montegrosso d'Asti, Comune di Moncalvo, Comune di Mombaruzzo, Comune di Moasca, Comune di Isola d'Asti, Comune di Costigliole d'Asti, Comune di Cortiglione, Comune di Cocconato, Comune di Castagnole delle Lanze, Comune di Canelli, Comune di Calosso, Comune di Calamandrana, Comune di Asti, Comune di Albugnano, Comune di Agliano Terme

Enti Interessati
mostra/nascondi

Doc freisa d asti

Grignolino d'Asti

Grignolino d'Asti

Regione di riferimento: Piemonte
Enoregione: ALTO MONFERRATO, TERRE DEL GAVI E TERRE DEL MOSCATO, BASSO MONFERRATO E COLLINE TORINESI
Tipo denominazione : DOC
Enti Collegati
Comune di Montegrosso d'Asti, Comune di Moncalvo, Comune di Isola d'Asti, Comune di Castagnole delle Lanze, Comune di Asti, Comune di Agliano Terme

Enti Interessati
mostra/nascondi

Doc grignolino d asti

Monferrato

Monferrato

Regione di riferimento: Piemonte
Enoregione: ALTO MONFERRATO, TERRE DEL GAVI E TERRE DEL MOSCATO, BASSO MONFERRATO E COLLINE TORINESI
Tipo denominazione : DOC
Enti Collegati
Comune di Tagliolo Monferrato, Comune di Strevi, Comune di San Damiano d'Asti, Comune di Rocchetta Tanaro, Comune di Quaranti, Comune di Ovada, Comune di Novi Ligure, Comune di Nizza Monferrato, Comune di Montegrosso d'Asti, Comune di Moncalvo, Comune di Mombaruzzo, Comune di Moasca, Comune di Isola d'Asti, Comune di Gavi, Comune di Costigliole d'Asti, Comune di Cortiglione, Comune di Cocconato, Comune di Castelletto d'Orba, Comune di Castagnole delle Lanze, Comune di Canelli, Comune di Calosso, Comune di Calamandrana, Comune di Asti, Comune di Alice Bel Colle

Enti Interessati
mostra/nascondi

Doc monferrato

Calosso

Calosso

Regione di riferimento: Piemonte
Enoregione: ALTO MONFERRATO, TERRE DEL GAVI E TERRE DEL MOSCATO
Tipo denominazione : DOC
Enti Collegati
Comune di Costigliole d'Asti, Comune di Castagnole delle Lanze

Enti Interessati
mostra/nascondi

Doc calosso

News

Adotta una vigna, tempo di vendemmia
Tutti insieme tra i vigneti a raccogliere i grappoli di Barbera. Questo l'invito che il Comune di Castagnole delle Lanze (Asti ...
continua »
Festa della barbera, invito agli
Eccoci agli ultimi preparativi prima dell'evento più atteso dell'anno per tutti gli adottanti (e per i Castagnolesi!): la F ...
continua »
Adotta un filare nelle Lanze, in attesa delle Feste della Potatura e della Barbera
Giorni frenetici a Castagnole delle Lanze (Città del Vino astigiana) per la promozione delle "adozioni" dei filari di Barbe ...
continua »