Comune di Casalbordino

  • Telefono: 0873 92191
  • Fax: 0873 9219233
  • Sitoweb: Casalbordino
  • Sede Amministrativa
    Piazza Umberto I 66021 Casalbordino (Chieti)

Il Territorio

  • Num. Abitanti: 6252
  • Altitudine: 203
  • Superficie: 46.02
  • Santo Patrono: Santo Stefano Martire
  • Codice ISTAT: 69015
  • Codice Catastale: B865
  • Prefisso: 873
  • PEC: protocollo.comunecasalbordino@legalmail.it
  • Zona Sismica: 3
  • Zona Climatica: D
  • Gradi Giorno: 1540
  • Dati forniti da Tuttitalia.it

Amministratore

Nome
Filippo Marinucci


Storia

Nell’odierno territorio comunale di Casalbordino, sparsi in varie località come S.Stefano-Santini, Morandici Iannace, e altri, sono avvenuti alcuni ritrovamenti che hanno attestato la presenza umana già dal 11 secolo a.C., periodo della colonizzazione dei Frentani. La fascia tra i fiumi Sangro e Sinello costituiva il cuore della Frentania, dove una serie di tratturi e tratturelli formarono il tessuto comunicativo dell’Abruzzo pre-romano e romano. Questa zona infatti era, per Roma, importante per il collegamento con la Apulia (Puglia) attraverso la via Valeria e il Tratturo Adriatico. L’area S. Stefano-Santini rivestì, già dal II sec. a.C. un’importanza vitale per l’economia della zona; attraversata dal tratturo e dalla via consolare romana, era un centro strategico economico e sacrale, al servizio dei pastori transumanti e dei numerosi villaggi nei dintorni. L’attiva presenza dell’uomo in quest’area è stata riscontrata fino a V-VI secolo, come testimonia la pavimentazione della chiesa paleocristiana di S.Stefano protomartire, una delle prime testimonianze in Abruzzo. Prima con la guerra gotica soprattutto nel 538, con le truppe bizantine di Bellisario e poi con le successive incursioni dei saraceni e degli Ungari, quest’area si trasforma in rovine. Il risveglio culturale si ha nel VIII secolo, quando i Longobardi dopo aver ammirato la saggezza amministrativa del monachesimo benedettino gli affidarono la nuova missione civilizzatrice. Nel 971 il marchese Trasmondo costruisce un nuovo monastero e vi insediò solennemente l’Abate Giovanni investendolo d’alcuni beni tra cui il castello di San Salvatore poi detto “Casalbordino”. Il cenobio influisce radicalmente sulle vicende storiche casalesi, fa sì che vengano bonificati i terreni, impiantati mulini e riorganizzato il territorio attraverso l’incastellamento dei nuclei abitati sparsi. Nel territorio, infatti, sorsero diversi insediamenti fortificati e castelli tra cui Iannace, Acquaviva, Rigo Armari e Casalbordino, quest’ultimo comandato da Roberto Bordinus. Con l’avvento degli Angioini (tardo duecento) l’originario castrum quadrangolare di Casalbordino venne ampliato con la costruzione di due nuove torri. Alcuni centri limitrofi per effetto delle ripetute ondate di peste, tra il 1300 1400, vennero abbandonati, ma non Casalbordino, che era protetto dalla sua posizione dominante e distante dal tratturo, veicolo di epidemie. Questo centro, anzi, vide sempre più accrescersi la sua popolazione e la corrispondente espansione territoriale. L’area ricca di terreni argillosi ha favorito la produzione e l’utilizzo della terracotta e del mattone, com’è attestato da ricche produzioni ceramiche e fittili (santo Stefano) e da numerose costruzioni nel centro storico di varie epoche. La notevole presenza di acque scaturenti da sorgenti spontanee e la sua posizione dominante e ben collegata con i centri limitrofi, furono per Casalbordino motivi favorevoli per gli scambi culturali e commerciali e quindi anche per le Ferie, che nel passato erano davvero fiorenti. Nel quindicesimo secolo il feudo passo ai D’Avalos il cui tracollo economico alla fine del cinquecento, portò il paese a scivolare gradualmente verso la miseria e l’abbandono. Nel tardo Ottocento, vi fu una fase di dinamica espansione dell’antico insediamento medioevale. A quest’antico centro vennero collegati i due sobborghi di Sant’Antonio Abate e di San Sebastiano. (Fonte: www.comunecasalbordino.org)

Feste

A luglio si svolge la Sagra Vongole, Cozze e Frittura e in agosto la sagra Tarallucci e Vino.

Informazioni Turistiche

Il paese è caratterizzato da una torre campanaria di gusto eclettico e dal Santuario della Madonna dei Miracoli, dove, in ricordo della miracolosa apparizione della Vergine, ogni anno a giugno i pellegrini ripetono un antico rituale descritto molto realisticamente da D'Annunzio nelle pagine del “Trionfo della morte” e da Michetti nella toccante tela "La via degli storpi". Da non perdere le escursioni - a piedi, in bici o in canoa - lungo il corso dell'Osento, attraversato fino alla foce da una folta vegetazione di salici, pioppi, querce, frassini e associazioni igrofile come la rara Iris Fetidissima, e del Sinello, frequentato da una ricca avifauna.

Denominazioni collegate

del Vastese o Histonium

del Vastese o Histonium

Regione di riferimento: Abruzzo
Enoregione: FASCIA ADRIATICA
Tipo denominazione : IGT
Enti Collegati
Comune di Pollutri, Comune di Casalbordino

Enti Interessati
mostra/nascondi

Del vastese o histoniu

Abruzzo

Abruzzo

Regione di riferimento: Abruzzo
Enoregione: ABRUZZO DI MONTAGNA, COLLINE TERAMANE, FASCIA ADRIATICA
Tipo denominazione : DOC
Enti Collegati
Comune di Vittorito, Comune di Villamagna, Comune di Torano Nuovo, Comune di Tollo, Comune di San Martino sulla Marrucina, Comune di Rosciano, Comune di Rocca San Giovanni, Comune di Pratola Peligna, Comune di Pollutri, Comune di Paglieta, Comune di Ortona, Comune di Orsogna, Comune di Notaresco, Comune di Mozzagrogna, Comune di Miglianico, Comune di Loreto Aprutino, Comune di Lanciano, Comune di Guardiagrele, Comune di Giuliano Teatino, Comune di Frisa, Comune di Fossacesia, Comune di Crecchio, Comune di Corropoli, Comune di Controguerra, Comune di Colonnella, Comune di Collecorvino, Comune di Città Sant'Angelo, Comune di Casalbordino, Comune di Canosa Sannita, Comune di Atessa, Comune di Arielli

Enti Interessati
mostra/nascondi

Doc abruzz

Montepulciano d'Abruzzo

Montepulciano d'Abruzzo

Regione di riferimento: Abruzzo
Enoregione: ABRUZZO DI MONTAGNA, COLLINE TERAMANE, FASCIA ADRIATICA,
Tipo denominazione : DOC
Enti Collegati
Comune di Vittorito, Comune di Villamagna, Comune di Torano Nuovo, Comune di Tollo, Comune di San Martino sulla Marrucina, Comune di Rosciano, Comune di Rocca San Giovanni, Comune di Pratola Peligna, Comune di Pollutri, Comune di Paglieta, Comune di Ortona, Comune di Orsogna, Comune di Notaresco, Comune di Mozzagrogna, Comune di Miglianico, Comune di Loreto Aprutino, Comune di Lanciano, Comune di Guardiagrele, Comune di Giuliano Teatino, Comune di Frisa, Comune di Fossacesia, Comune di Crecchio, Comune di Corropoli, Comune di Controguerra, Comune di Colonnella, Comune di Collecorvino, Comune di Città Sant'Angelo, Comune di Casalbordino, Comune di Canosa Sannita, Comune di Atessa, Comune di Arielli

Enti Interessati
mostra/nascondi

Doc montepulciano d abruzzo

Trebbiano d'Abruzzo

Trebbiano d'Abruzzo

Regione di riferimento: Abruzzo
Enoregione: ABRUZZO DI MONTAGNA, COLLINE TERAMANE, FASCIA ADRIATICA
Tipo denominazione : DOC
Enti Collegati
Comune di Vittorito, Comune di Villamagna, Comune di Torano Nuovo, Comune di Tollo, Comune di San Martino sulla Marrucina, Comune di Rosciano, Comune di Rocca San Giovanni, Comune di Pratola Peligna, Comune di Pollutri, Comune di Paglieta, Comune di Ortona, Comune di Orsogna, Comune di Notaresco, Comune di Mozzagrogna, Comune di Miglianico, Comune di Loreto Aprutino, Comune di Lanciano, Comune di Guardiagrele, Comune di Giuliano Teatino, Comune di Frisa, Comune di Fossacesia, Comune di Crecchio, Comune di Corropoli, Comune di Controguerra, Comune di Colonnella, Comune di Collecorvino, Comune di Città Sant'Angelo, Comune di Casalbordino, Comune di Canosa Sannita, Comune di Atessa, Comune di Arielli

Enti Interessati
mostra/nascondi

Doc trebbiano d abruzzo

Terre di Chieti

Terre di Chieti

Regione di riferimento: Abruzzo
Enoregione: ABRUZZO DI MONTAGNA, FASCIA ADRIATICA
Tipo denominazione : IGT
Enti Collegati
Comune di Villamagna, Comune di Tollo, Comune di San Martino sulla Marrucina, Comune di Rocca San Giovanni, Comune di Paglieta, Comune di Ortona, Comune di Orsogna, Comune di Mozzagrogna, Comune di Miglianico, Comune di Lanciano, Comune di Guardiagrele, Comune di Giuliano Teatino, Comune di Frisa, Comune di Fossacesia, Comune di Crecchio, Comune di Casalbordino, Comune di Canosa Sannita, Comune di Atessa, Comune di Arielli

Enti Interessati
mostra/nascondi

Terre di chieti

News

In Georgia le più antiche tracce di vinificazione
Per approcciare in modo efficace la storia della vite occorre riportarsi a 60 milioni di anni fa, nel caldissimo Eocene, che vide ...
continua »
Assemblea Città del Vino del Veneto
Assemblea Regionale Città del Vino del Veneto 24 novembre 2017, Municipio Città di Portogruaro L'Associazione Nazio ...
continua »
La festa dell'olio e del vino novello
E’ da poco diventata maggiorenne la Festa dell’Olio e del Vino novello di Vignanello, nella Tuscia viterbese, e, dopo ...
continua »