Comune di Bolzano

  • Telefono: 0471 997111
  • Fax: 0471 997404
  • Sitoweb: Bolzano
  • Sede Amministrativa
    Vicolo Grumer 7 39100 Bolzano (Bolzano)

Origine del nome

Vi sono due principali ipotesi sulla derivazione del nome "Bolzano" e "Bozen". La più diffusa è quella che indica il territorio di Bolzano come un antico possedimento di un celta di nome "Bautius" (o "Baudius"), da cui derivò "Praedium Bautianum" o "Baudianum", ovvero "podere di Bautius" (o Baudius), poi tramutatosi in "Bauzanum", da cui attraverso varie trasformazioni il nome attuale in italiano, tedesco e ladino. La seconda ipotesi farebbe derivare il nome da un ipotetico "Castellum Balteanum", ossia "accampamento in terreno paludoso", dall'indoeuropeo balt (la stessa radice da cui deriva la parola "Baltico"). Attestato nell'VIII come "Bauzanum, Bauzana, Pauzana" e "Pozana", dai quali nomi sono derivate l'odierna formain lingua tedesca "Bozen", conosciuta già nel 1133 (nell'età moderna scritta anche "Botzen" o "Potzen") e quella italiana nel 1223 (nell'età moderna anche nella variante "Bolgiano").

Il Territorio

  • Num. Abitanti: 103891
  • Altitudine: 262
  • Superficie: 52.29
  • Santo Patrono: Maria Santissima Assunta
  • Codice ISTAT: 21008
  • Codice Catastale: A952
  • Prefisso: 471
  • PEC: bz@legalmail.it
  • Zona Sismica: 4
  • Zona Climatica: E
  • Gradi Giorno: 2791
  • Dati forniti da Tuttitalia.it

Amministratore

Nome
Renzo Caramaschi


Storia

La storia medievale di Bolzano è complessa e ricca di fatti, avvenimenti e testimonianze del passato. Infatti Bolzano viene ad assumere una struttura urbana a partire dalla fine del XII secolo, quando il vescovo di Trento, detentore dei diritti comitali sulla zona, inserisce un nuovo borgo mercantile nell'antico contesto di insediamenti sparsi. Per iniziativa dei principi vescovi e della nobiltà regionale Bolzano conosce così una prima fase di espansione urbana che è però contrassegnata da un periodo iniziale di grande conflittualità tra i vari poteri che si contendono il controllo del territorio. Con la soluzione dell'antagonismo a completo favore di Mainardo II di Tirolo-Gorizia, dal 1286 duca della Carinzia, alla fine del XIII secolo e poi con il sostanzialmente pacifico passaggio agli Asburgo nel 1363, il clima politico e sociale bolzanino sembra avviarsi verso un periodo di relativa tranquillità e sviluppo economico. Un notevole contributo normativo dette il privilegio del re Federico III che nel 1442 istituì un consiglio comunale. Questo sviluppo positivo subì nel corso del XV secolo e nel primo Cinquecento un marcato processo di accelerazione e di addensamento, quando il duca Sigismondo prima e re Massimiliano I dopo fanno di Bolzano un nucleo economico e politico della loro contea. Questo contribuisce notevolmente all'integrazione con i distretti circostanti di Gries e Zwölfmalgrein-Dodiciville. Nel XVI e XVII secolo l'evoluzione dell'antico distretto cittadino verso un centro urbano di importanza sovraregionale continua. Infatti, la città grazie anche alla notevole immigrazione da parte delle aree meridionali della Germania e dell'Austria compie un salto di qualità a livello degli insediamento di attività produttive, artigianali e mercantili. Questo processo poi sfocia nell'istituzione da parte dell'arciduchessa Claudia de' Medici, di un proprio Magistrato Mercantile negli anni 1633/35.
I proventi della produzione vinicola, delle attività connesse ai trasporti ed ai depositi di merci e delle fiere arricchirono la consistenza ed il prestigio del ceto dei ricchi mercanti nel vecchio nucleo cittadino dei Portici. Dinamiche queste che sono ancora ben leggibili nel tessuto urbano e nelle emergenze architettoniche della città medievale, ove numerosi edifici, ancora esistenti o comunque documentati, testimoniano un passato dinamico e articolato e spesso in antagonismo: i palazzi cittadini del vescovo e dell'amministrazione asburgico-tirolese, le case torri dell'originaria ministerialità e le case mercantili dei portici, le varie chiese, dalla parrocchiale, alle chiesette dei dintorni, alle importanti chiese degli ordini mendicanti, la fitta presenza di muniti castelli e di ricche residenze rurali nel circondario. Hannes Obermair, 2005

Feste

Family Festival 12-15 febbraio 2015
Festa dei Fiori 30 aprile-1 maggio 2015
Festival del Gusto 29-31 maggio 2015 www.festivaldelgusto.it (biennale)
Castelronda 5-7 giugno 2015
Klangfeste – Feste Musicali a Castel Roncolo e Mareccio, giugno e luglio www.klangfeste.org
Festa della città 4-6 settembre 2015 www.stadtfest.it (biennale)
Festival delle bande musicali 12-13 settembre 2015 www.bolzano-bozen.it (biennale)
Il mercato settimanale di frutta, verdura, alimentari, abbigliamento, bigiotteria, articoli per la casa si svolge in piazza don Bosco, il lunedì; in via Piacenza-via Aslago di martedì; in via Rovigo e piazza Matteotti di giovedì; in piazza della Vittoria e strade limitrofe il sabato.
Mercatini dei contadini: frutta, verdura, miele, formaggi venduti direttamente da chi li produce: in piazza Mazzini e in viale Europa di martedì; in piazza Municipio, in via Claudia Augusta e piazza Don Bosco di venerdì. Mercato biologico del contadino con certificazione UE: in piazza Matteotti di sabato e in piazza del Municipio ogno martedì dalle ore 7.30-13.00.
Feste patronali: Beato Arrigo, nessun festeggiamento; altri patroni: Santa Maddalena con festa del vino il 22 luglio, San Martino con festa il 4 novembre (festivo più a ridosso).

Informazioni Turistiche

COSA VEDERE
Museo Archeologico con la mummia Ötzi; Percorso Museale sotto il Monumento alla Vittoria; Castel Roncolo; Messner Mountain Museum; Palazzo e museo Mercantile; Museion, museo di arte contemporanea; Museo di Scienze Naturali; Chiesa Abbaziale dei Benedettini di Muri Gries e Vecchia Parrocchiale di Gries.
Punto panoramico: Località Colle, raggiungibile con la più antica funivia del mondo – dal centro il punto più panoramico è il Ponte Talvera. Altri punti di interesse turistico: SALEWA CUBE con la più grande palestra di roccia in Europa.
Il Comune fa arte della Strada del Vino dell’Oltradige da Bolzano a Terlano; del Consorzio dei Comuni della Provincia Autonoma di Bolzano; Dolomiti patrimonio dell’Umanità UNESCO dal 2009.

INFORMAZIONE TURISTICA: Ufficio Informazioni Bolzano e Alto Adige, piazza Walther 8; tel. 0471 307000, Fax 980128, www.bolzano-bozen.it, aperto tutto l’anno, da giugno a fine ottobre anche la domenica.

PERSONAGGI
Wolfgang Amadeus Mozart transitato per Bolzano dove ha composto un brano; Wolfgang Goethe che ha descritto Bolzano e dintorni, Patty Smith che l’ha descritta come una delle città più pulite che abbia visto; Reinhold Messner, alpinista di fama internazionale, fondatore di ben sei musei sull’universo montagna.

Denominazioni collegate

Valdadige

Valdadige

Regione di riferimento: Trentino Alto Adige
Enoregione: VALDADIGE ALTOATESINA, VALDADIGE TRENTINA, VALLI LATERALI ALTOATESINE, VALLI LATERALI DEL TRENTINO
Tipo denominazione : DOC
Enti Collegati
Comune di Volano, Comune di Trento, Comune di Rovereto, Comune di Madruzzo, Comune di Lavis, Comune di Isera, Comune di Cembra, Comune di Bolzano, Comune di Besenello, Comune di Avio, Comune di Aldeno, Comune di Ala

Enti Interessati
mostra/nascondi

Doc valdadige o etschtaler

Alto Adige o dell'Alto Adige

Alto Adige o dell'Alto Adige

Regione di riferimento: Trentino Alto Adige
Enoregione: VALDADIGE ALTOATESINA, VALLI LATERALI ALTOATESINE
Tipo denominazione : DOC
Enti Collegati
Comune di Bolzano

Enti Interessati
mostra/nascondi

Doc alto adige

Mitterberg

Mitterberg

Regione di riferimento: Trentino Alto Adige
Enoregione: VALDADIGE ALTOATESINA, VALLI LATERALI ALTOATESINE
Tipo denominazione : IGT
Enti Collegati
Comune di Bolzano

Enti Interessati
mostra/nascondi

Mitterberg

Vigneti delle Dolomiti

Vigneti delle Dolomiti

Regione di riferimento: Trentino Alto Adige
Enoregione: VALDADIGE ALTOATESINA, VALDADIGE TRENTINA, VALLI LATERALI ALTOATESINE, VALLI LATERALI DEL TRENTINO
Tipo denominazione : IGT
Enti Collegati
Comune di Volano, Comune di Trento, Comune di Rovereto, Comune di Mezzolombardo, Comune di Madruzzo, Comune di Lavis, Comune di Isera, Comune di Cembra, Comune di Bolzano, Comune di Besenello, Comune di Aldeno, Comune di Ala

Enti Interessati
mostra/nascondi

Vigneti delle dolomiti o weinberg dolomiten

News

Autochtona Awards: i premi che celebrano la tipicità
Sono stati proclamati i vincitori di “Autoctoni che Passione!”, cuore della rassegna bolzanina Autochtona. La giuria, ...
continua »
Alto Adige Wine Summit: evento esclusivo che celebra i vini del territorio
Manca poco alla prima edizione della manifestazione, in programma il 22 e il 23 settembre a Bolzano. Ad aprire la kermesse sar&agr ...
continua »
L’Italia dei vini autoctoni in scena a Bolzano
“La mostra dei particolari”, così Pierluigi Gorgoni, curatore delle due rassegne "Autoctoni che passione!"e"Tas ...
continua »