Azienda Vitivinicola Mariotto Massimo

  • Telefono: 0438 445038
  • Fax: 0438 445038
  • Sitoweb: Azienda Vitivinicola Mariotto Massimo
  • Sede Amministrativa
    Via 4 Novembre, 24/c 31010 Ponte della Priula (Treviso) Italia
  • Descrizione

    La Mariotto Massimo nasce nel lontano 1961 dalla passione di Voglio Filippi, quando acquistò un appezzamento in zona collinare nell'area di Col San Martino coltivato a Glera, dove per anni svolse la sua attività di viticoltore con dedizione tanto da venire conferito del titolo di "Storico viticoltore del territorio DOCG di Conegliano Valdobbiadene" dalla Carpenè Malvolti. Nel 2000 il nipote Massimo decise di proseguire con la stessa passione, 2010 creando una propria linea con il marchio "Voglio" e ampliando la gamma dell’offerta con gli Spumanti della DOCG Conegliano Valdobbiadene-Prosecco, il Prosecco della DOC Treviso e i rossi della Marca Trevigiana IGT. A questo si è aggiunta la produzione ortofrutticola, dalla "Patata del Quartier del Piave", kiwi. I vigneti si trovano in zona collinare, dove vengono esaltate maggiormente le caratteristiche varietali del Prosecco Superiore, mentre in pianura si coltivano, Glera, Merlot Cabernet Franc IGT. Varie le forme d’allevamento (doppio capovolto, a cordone, Bellussi) che rafforzano la personalità del vino nel momento della spumantizzazione trattandosi di sistemi adattati alle caratteristiche del terreno. L’obbiettivo è la qualità, per non deludere le aspettative dei consumatori, in Italia e all’estero. 

     

    L’OBIETTIVO È LA QUALITÀ

    News

    Genuinita' e relax nel verde del Taburno
    L'azienda agrituristica biologica  L'Ape Regina sorge in una zona collinare in prossimità del Monte Taburno. Il casola ...
    continua »
    I vini d’Abruzzo ripartono dal Nord Europa
    Il Consorzio Tutela Vini d’Abruzzo, che anche nei mesi scorsi ha continuato ad investire in comunicazione e attivi ...
    continua »
    Quando lo scarto diventa risorsa
    Alla bioeconomia, componente rinnovabile dell’economia circolare, dove tutti gli scarti diventano risorse per produrre nuove ...
    continua »