Azienda Agricola Terre d’Aglianico di Libero Rillo

  • Telefono: +39 0824876317 - +39 3388727450
  • Sitoweb: Azienda Agricola Terre d’Aglianico di Libero Rillo
  • Sede Amministrativa
    Via Mercuri II, 18 82030 Torrecuso (Benevento) Italia
  • Descrizione

    Alle pendici del Monte Taburno, da oltre un secolo nell’Azienda Agricola Terre d’Aglianico l’arte della vitivinicoltura si tramanda di padre in figlio.

    I vigneti, allevati con sistemi di impianto guyot, sono situati a 250 m s.l.m. nel cuore della zona del Taburno DOCG su terreni di origine alluvionale, argillosi/calcarei e con una perfetta esposizione che contribuisce a donare grande corpo e intensi profumi ai vini di Aglianico del Taburno Rosso e Rosato DOCG, Taburno Falanghina del Sannio DOC, Taburno Sannio Coda di Volpe DOC e Beneventano IGT, oltre ad un Falanghina Passito dal colore giallo dorato.

    Trattate secondo antichi metodi e rispettando il piano eco compatibile, le uve provenienti da vitigni autoctoni vengono raccolte a mano e portate con le cassette in cantina nel più breve tempo possibile per mantenere intatte le loro caratteristiche.

    Alla Selezione del Sindaco il Geohellenico Aglianico del Taburno Rosso DOCG del 2013 ha vinto quest’anno una Medaglia d’Oro: affinato con vasi vinari in acciaio per 2 anni, in barriques per 12 mesi e poi in bottiglia, ha un colore rubino con riflessi violacei, profumi persistenti e molto intensi di frutta a bacca rossa matura e allo stesso tempo speziato, gusto pieno e caldo di tannini vellutati.

    News

    Accordo di Libero Scambio con il Giappone
    Unione Italiana Vini accoglie con estrema soddisfazione la ratifica da parte del Parlamento Europeo dell’Accordo di Lib ...
    continua »
    L’innovazione delle DOC: missione possibile
    Il presidente del consorzio del Prosecco Doc, Stefano Zanette, è lieto di invitarvi al convegno dal titolo “L’i ...
    continua »
    “Ajò a Ippuntare 2018”
    Il rosso e il bianco sono i colori che dipingono l’atmosfera natalizia e Usini ne approfitta per far degustare i suoi colori ...
    continua »