L’autunno risplende ai Giardini di Castel Trauttmansdorff

L’autunno risplende ai Giardini di Castel Trauttmansdorff


Per visitare i Giardini di Castel Trauttmansdorff l’autunno è senza dubbio il momento più spettacolare dell’anno. I colori delle chiome degli alberi e le foglie delle piante presenti al giardino botanico meranese, infatti, in questa stagione indossano il loro abito più sgargiante dalle tonalità che variano dal rosso accesoall’arancione fino al giallo oro.

 

Nell’area dei Boschi del Mondo in particolare è evidente questo tripudio di colori, ma anche sotto la pergola le foglie dorate del Vigneto colpiscono l’occhio del visitatore un attimo prima che venga avvolto dal profumo dell’uva matura. I castagni dei Paesaggi dell’Alto Adige poi aggiungono alla tavolozza dei Giardini la tinta marrone dei ricci, custodi del frutto principe dell’autunno, la castagna, che in Alto Adige non può mancare per il tradizionale Törggelen, rito conviviale a base di castagne, vino novello e carne salmistrata.

Molti fiori inoltre fioriscono proprio in autunno. Nei Giardini Acquatici e Terrazzati i settembrini lillà si impongono con i loro grappoli fioriti, mentre il bianco-crema della pianta del tè ingentilisce la vegetazione circostante; le eleganti camelie nel Palmeto e i rigogliosi corbezzoli nei Paesaggi naturali del Mediterraneo sbocciano ad autunno avanzato.
Le soleggiate giornate di autunno portano a maturazione tanti frutti come le antiche mele pere locali, ormai date per scomparse in tanti luoghi e nei Giardini del Sole frutti mediterranei come melogranifichiolive e uva ricreano l’inconfondibile atmosfera del Sud. I frutti ai Giardini di Castel Trauttmansdorff sono così tanti e diversi (esotici, mediterranei e locali) che per conoscerli – e assaggiarne alcuni – è molto utile il tour “Frutti affascinanti!”, che offre una panoramica sul variegato mondo della frutta. La visita guidata si svolge tutti i sabati di ottobre alle 11.15, dura 90 minuti ed è riservata ad un numero massimo di 15 persone. Per partecipare è necessario prenotare. Il costo è di 8 € a persona.
Un altro momento per visitare i Giardini in autunno è la Giornata per le famiglie del 13 ottobre dalle 10 alle 17, con un programma variegato per vedere, annusare, comprendere le piante. La partecipazione è gratuita e la prenotazione non è necessaria.

 

Inoltre, il biglietto di ingresso per visitare i Giardini nel tardo autunno (dal 1.11. al 15.11.2019) ha un costo ridotto di 8.50 € ed è gratis fino a 18 anni. Questo biglietto sarà valido anche per partecipare alla terza edizione del Vintage Market, che si terrà al Touriseum a Castel Trauttmansdorff il 9 e 10 novembre. Dalle alle 16.30 di entrambe le giornate, gli amanti delle mode d’altri tempi potranno andare a caccia di pregiati accessori d’epoca quali occhiali da sole o cappelliere, con il sottofondo di musica dal vivo, balli e pietanze speciali servite al ristorante.

Da non perdere, soprattutto per le famiglie, l’Hotel Fantasia, dove grandi e piccoli possono indossare uno degli eleganti costumi del guardaroba e gironzolare per le antiche mura di Castel Trauttmansdorff. Altro pezzo forte è il Gioco dell’Alto Adige, ovvero il flipper turistico più grande del mondo, che porta in un lampo alla scoperta della regione turistica dell’Alto Adige.

 

Per ulteriori informazioni: www.trauttmansdorff.it.

I Giardini di Castel Trauttmansdorff

Suddivisi in quattro aree tematiche, i Giardini di Castel Trauttmansdorff presentano, su una superficie di 12 ettari, più di 80 paesaggi botanici con piante da tutto il mondo. La loro posizione panoramica è unica: a forma di anfiteatro naturale, si estendono su un dislivello di oltre 100 metri, aprendo a ogni passo affascinanti prospettive panoramiche sulle montagne circostanti e sulla città di Merano e integrandosi con perfetta armonia nel paesaggio naturale circostante. Grazie al clima mite del territorio, quello dei Giardini di Castel Trauttmansdorff è il luogo ideale per un giardino botanico, offrendo la possibilità di ospitare piante provenienti da tutto il mondo, alcune delle quali sono esemplari rari. Meravigliosi tripudi di fioritura cambiano l’aspetto dei Giardini settimana dopo settimana, rendendo le visite affascinanti in ogni stagione.
I Giardini sono un’esperienza per tutti i sensi e per tutte le età, luogo di riposo e svago sia per gli esperti del settore che per i profani.
Nel cuore dei Giardini troneggia Castel Trauttmansdorff dove, un tempo l’amata Imperatrice Elisabetta, meglio conosciuta come Sissi, trascorreva la stagione invernale. Oggi questo stesso castello è sede del Touriseum, il Museo provinciale altoatesino del Turismo che racconta 200 anni di storia del turismo alpino.
Grazie al mix unico di giardino botanico e attrazione turistica, al riuscito connubio tra natura, cultura e arte e al loro inconfondibile spirito d’innovazione, i Giardini di Castel Trauttmansdorff sono stati premiati più volte a livello nazionale, europeo ed internazionale.