Il 65% degli italiani partirà per le vacanze natalizie

Il 65% degli italiani partirà per le vacanze natalizie


Il 65% degli italiani partirà per le vacanze natalizie
Il primo obiettivo è l’Italia (71%): le regioni preferite sono Trentino-Alto Adige, Veneto, Toscana, Lombardia e Liguria.
Per chi sceglie l’estero (29%) la prima destinazione è la Spagna, seguita da Francia e Austria
Questi i dati emersi dall’indagine del Centro Studi TCI sulla community Touring composta da 250mila viaggiatori

Il 65% degli italiani aderenti alla community Touring partirà per le vacanze invernali e sceglierà prevalentemente (71%) l’Italia. È quanto emerge da un’indagine del Centro Studi TCI sulle intenzioni di viaggio della community Touring, composta da 250mila persone. In Italia le regioni preferite saranno Trentino-Alto Adige, scelta dal 25% degli intervistati (in particolare Val di Fiemme, Val di Fassa, Val Badia e Val Pusteria), Veneto (Abano Terme, il Cadore e Venezia), Toscana, (con Firenze e Siena), Lombardia (Valcamonica e Valtellina) e Liguria (Genova e la Riviera di Ponente). Per quanto riguarda l’estero (scelto dal 29% degli intervistati) le mete saranno Spagna (12%), Francia (11%) e Austria (7%).

Le città e i luoghi d’arte sono le destinazioni preferite (41%), seguite dalle località montane (31%). L’hotel è la sistemazione più gettonata (48%), mentre al secondo posto si posiziona la ricettività extralberghiera (21%) e, a seguire, la casa di parenti e amici o la seconda casa di proprietà (20%): nel 65% dei casi si partirà con la famiglia e nel 21% con il gruppo allargato di famiglia e amici. Secondo l’indagine del Touring Club Italiano il periodo preferito per partire è quello di Capodanno (47%), seguito dal Natale (31%) e la vacanza media durerà 6 giorni. In occasione del prossimo viaggio il 36% dichiara che parteciperà a mostre, concerti o eventi, il 35% a visite guidate o escursioni e il 33% che acquisterà guide o pubblicazioni sulla destinazione.

Per quanto riguarda le motivazioni si parte principalmente per staccare la spina e interrompere la routine quotidiana (30%), ma anche per conoscere e imparare qualcosa di nuovo (23%) e ritrovare tempo per la famiglia (22%).

******

Sono oltre 1.300 i questionari compilati on line tra il 24 e il 27 novembre 2017 dagli iscritti alla community del Touring Club Italiano.
I risultati in sintesi

Il 65% della community Touring effettuerà un viaggio di vacanza per le festività natalizie mentre il restante 35% rimarrà a casa, perché preferisce perlopiù viaggiare in altri momenti dell’anno. Tra chi partirà, la stragrande maggioranza (76%) ha programmato un solo viaggio, il 12% due mentre circa il 10% non ha ancora deciso quanti ne farà.

Il periodo in cui si concentrano le partenze è quello di Capodanno (47%), seguito da Natale (31%; era possibile dare più risposte): si tratta di comportamenti tutto sommato in linea con quanto rilevato lo scorso anno, anche se per il 2017 il Natale ha sottratto qualche preferenza al Capodanno.

Circa un quarto dei rispondenti (24%) poi non ha ancora deciso quando partire: si tratta di un dato in lieve crescita rispetto al 2016. La vacanza mediamente durerà 6 giorni.

L’Italia si conferma la destinazione preferita per le vacanze natalizie (71%): le regioni più scelte sono Trentino-Alto Adige (25%, in particolare Val di Fiemme, Val di Fassa, Val Badia e Val Pusteria), Veneto (11%, con Abano Terme, il Cadore e Venezia), Toscana (8%, con Firenze e Siena), Lombardia (7%, soprattutto Valcamonica e Valtellina) e Liguria (7%, Genova e Riviera di Ponente).

Chi sceglie l’estero (29%) si recherà soprattutto in Spagna (12%, ovvero Canarie, Madrid e Siviglia), Francia (11%, perlopiù Parigi e Costa Azzurra), Austria (7%, Carinzia, Salisburgo e Vienna), USA (5%, New York) e Portogallo (5%, con Lisbona).

Per quanto riguarda la tipologia di destinazione, le città e i luoghi d’arte sono i preferiti (41%), seguiti dalle località montane (31%). Secondo la community Touring, gli aspetti in assoluto più apprezzati della meta di vacanza sono piacevolezza e bellezza del contesto (62%): meno rilevanti sono considerati, invece, i servizi di cui dispone la destinazione.

Per quanto riguarda i canali utilizzati per preparare il viaggio, il 47% andrà in una località nota e non ha necessità quindi di raccogliere informazioni particolari, mentre il 27% sta cercando o cercherà sulla Rete (siti web di destinazione, di operatori specializzati o forum/blog di viaggio). Il 9% consulterà riviste di viaggio o guide turistiche.

Le vacanze di Natale costituiscono un momento per stare con i propri cari: non è un caso dunque che il 65% dei rispondenti andrà in vacanza con la famiglia. Segue a distanza il gruppo allargato composta da famiglia e amici (21%).
Auto (52%) e aereo (26%) sono i mezzi di trasporto più scelti per le vacanze natalizie. Meno rilevanti il treno (9%), anche in considerazione del forte peso delle località montane spesso non collegate dalla ferrovia, e il camper (8%) per questioni legate al clima.

Considerando la tipologia di alloggio, le strutture alberghiere sono le più scelte (48%), seguite da quelle extralberghiere (21%) come appartamenti in affitto e agriturismi e da seconde case o alloggi di parenti e amici (20%). Dalla ricettività professionale, gli ospiti si aspettano prioritariamente tre cose: igiene e pulizia (41%), la comodità della posizione (24%) e un’accoglienza (19%) che li faccia sentire a proprio agio.

In occasione della prossima vacanza, i rispondenti dichiarano che parteciperanno a mostre, concerti o eventi (36%), a visite guidate o escursioni (35%) e che acquisteranno guide o pubblicazioni sulla destinazione di viaggio (33%) o card turistiche (28%) per accedere all’uso gratuito del sistema di trasporto pubblico locale o a scontistiche.

Infine, il senso della vacanza: si parte per staccare la spina (30%) e interrompere la ruotine quotidiana ma anche per conoscere e imparare qualcosa di nuovo (23%) e ritrovare tempo per la famiglia (22%).